Giovedý 28 Ottobre21:58:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Lo Stato cede le aree del lungomare al Comune di Rimini. Gnassi: giornata storica

Attualità Rimini | 17:12 - 03 Ottobre 2013 Lo Stato cede le aree del lungomare al Comune di Rimini. Gnassi: giornata storica

Rimini entra in possesso del suo lungomare. L’Agenzia del Demanio ha ufficializzato il trasferimento a titolo non oneroso dei beni immobili di proprietà statale per cui l'Amministrazione Comunale aveva fatto domanda, secondo quanto stabilito dalla recente normativa in tema di Federalismo Demaniale (articolo 56 bis della legge 90/2013).


"Si tratta di un momento storico per Rimini - sottolinea il sindaco Andrea Gnassi - Finalmente la città può contare su aree che non sono mai state nella sua disponibilità. E non si tratta di aree qualunque, ma del Lungomare, del cuore della nostra città e della nostra identità, una zona di grande valore, ma ancora obsoleto. Entrare in possesso del Lungomare è la premessa essenziale per avviarne il processo di riqualificazione e sviluppo. Ora possiamo partire”. 


Il Comune di Rimini è il primo in Italia ad aver completato l’iter legislativo e quindi il primo ad aver ricevuto dall’Agenzia del Demanio i decreti per il trasferimento dei beni dello Stato all’Amministrazione.


"L'impegno di questi mesi - aggiunge il sindaco Gnassi - ha consentito di chiudere la pratica con esito positivo in una sola settimana, a dimostrazione della bontà del lavoro fatto. Oltretutto dimostra come il settore pubblico sa agire in fretta, se ci sono le condizioni favorevoli e la buona volontà". 


In concreto, da oggi il Comune di Rimini ha a disposizione circa 125 mila metri quadrati di superficie, per un valore stimato di diversi milioni di euro. Questa è la prima tranche di trasferimenti, che si è concentrata appunto sulle aree di primaria importanza, ovvero quelle del lungomare. L’elenco dei beni statali richiesti dal Comune comprende altre aree, per cui è già stata avanzata domanda ma che verranno affrontate in un secondo momento.

< Articolo precedente Articolo successivo >