Giovedý 05 Agosto10:24:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Crisi Gaspari (Morciano), lavoratori all'attacco: condizioni insalubri del posto di lavoro

Attualità Rimini | 11:20 - 29 Settembre 2013 Crisi Gaspari (Morciano), lavoratori all'attacco: condizioni insalubri del posto di lavoro

E' alta la tensione tra proprietà e i dipendenti elle aziende grafiche Gaspari. Come rileva il Corriere Romagna nell'edizione odierna, 14 dei 24 lavoratori hanno prresentato un ricorso d'urgenza contro il trasferimento dallo stabilimento riminese a quello bolognese. Un ricorso non solo per ragioni logistiche, ma anche per denunciare le condizioni di lavoro nello stabilimento emiliano. Secondo quanto denunciato dal segretario generale Slc-Cgil di Rimini, Renato Socci, i dipendenti lavorerebbero in "condizioni insalubri e nocive", in particolare con macchinari che emettono diossina e in una struttura sprovvista dell'apposita cappa di aspirazione. 


La titolare delle aziende grafiche Gaspari, Teresa Gaspari, va invece al contrattacco. Le ispezioni dell'Ausl non avrebbero mai rilevato anomalie e il macchinario della discordia è attivato al massimo cinque minuti al giorno. "A luglio abbiamo avuto 180 giorni di malattia", attacca la Gaspari. Per questo è stato presentato un esposto in procura contro i lavoratori trasferiti, "colpevoli" di troppe assenze sul luogo di lavoro. 

< Articolo precedente Articolo successivo >