Giovedì 05 Agosto09:24:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

I frutti dimenticati a Pennabilli: un evento per difendere e celebrare le colture tradizionali

Eventi Pennabilli | 15:29 - 25 Settembre 2013

"In un momento in cui l'uomo sporca tutto, bisogna tornare ad amare la terra”. Con questa frase di Tonino Guerra si può sintetizzare lo scopo della manifestazione ‘Gli antichi frutti d’Italia s’incontrano a Pennabilli’ che si svolgerà il 28 e 29 settembre. 

Avrà luogo nel centro storico dell’antica città medioevale la manifestazione che, giunta alla sua VI edizione, difende e celebra le colture tradizionali. 

Un calendario ricco di appuntamenti con l’obiettivo di salvaguardare gli antichi prodotti della natura che l’uomo da tempo trascura. 

Nell’antico borgo del Montefeltro avranno luogo mostre, convegni, incontri culturali, laboratori e farà da cornice all’evento il mercatino dei frutti dimenticati e dell’artigianato qualificato.

 I visitatori avranno così modo di ammirare e acquistare le proposte di importanti vivai provenienti da più regioni: banchi colmi d’infiniti generi e ricchezze naturali: cesti di pomodori, uva, patate e granoturco, fagioli e peperoncino, varietà d’oggi, ma soprattutto di un tempo lontano. 

Anche il palato potrà soddisfare curiosità diverse poiché i ristoranti del luogo proporranno menù di antiche ricette preparate per l’occasione e in più punti del mercato saranno proposti assaggi  e prelibatezze.

Sarà il Rettore dell’Università di Urbino Stefano Pivato, sabato 28 ad inaugurare l’evento presso l’Orto dei Frutti Dimenticati alle ore 15:00, presenzieranno il Presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali, l’Onorevole Tiziano Arlotti, il Sindaco di Pennabilli Lorenzo Valenti e altre autorità.

Lo spirito profondo della manifestazione trae fondamentale ispirazione dall’opera e dall’insegnamento del Maestro Tonino Guerra che ha vissuto e lavorato a Pennabilli per più di vent’anni. La poetica del Maestro è in stretta sintonia con la natura, in cui trova ispirazione e stimolo. I suoi versi, così come i suoi progetti architettonici e la sua arte pittorica esprimono questa profonda simbiosi con il mondo contadino e con i suoi frutti, in particolare quelli della memoria. Grande la sua attenzione per tutto ciò che è riconducibile a profumi, sapori, colori che lo hanno affascinato in gioventù e che, come sosteneva, “possono rappresentare una consolazione, una compagnia per coloro che hanno il desiderio, la voglia e la sensibilità di raccogliere tali suggestioni”. Ad essi il Maestro ha dedicato un parco -il primo in Italia nel suo genere “L’Orto dei Frutti Dimenticati”, nato a Pennabilli venti anni fa, si è progressivamente arricchito di arbusti e installazioni dedicate a piante e frutti antichi o alla memoria di personaggi che di qui sono passati e hanno lasciato il loro segno.


Laboratori e seminari 

Numerosi i seminari e i laboratori che si svolgeranno durante la Festa, dando a tutti la possibilità di cogliere i sapori, le arti e i gusti di un tempo.

Particolare attenzione sarà dedicata all’antico frutto dell’Arte culinaria: nelle due giornate si svolgeranno ben tre seminari di cucina tenuti da cuochi qualificati che proporranno interpretazioni di prodotti tipici e locali;

I partecipanti assisteranno alla preparazione ed alle spiegazioni dei piatti, cui seguirà l’assaggio.

Presso il Ristorante Il Piastrino Sabato 28 settembre ore 16.00, e Domenica 29 settembre ore 16.30, lo Chef Riccardo Agostini proporrà i suoi Profumi d’autunno (Costo della partecipazione € 30.00).

Sabato 28 Settembre ore 17.00 presso il Bar Pasticceria La Dolce Vita, Paola Berni preparerà Il maritozzo della penna. (Costo della partecipazione € 10.00).

Sarà per Domenica 29 Settembre ore 16.00 l’appuntamento con Laura Fracassi e La piadina romagnola all’Osteria Enoteca Al Bel Fico (Costo della partecipazione € 15.00).

Nell’antico borgo del Montefeltro le nuove generazioni avranno la possibilità di rapportarsi con ciò che oggi sembra così distante grazie ai numerosi laboratori d’artigianato, che si svolgeranno nelle due giornate. 

Sabato ore 16.30 presso l’Orto dei Frutti Dimenticati si svolgerà il laboratorio L’albero dei frutti immaginati, ideato da Irene Valenti e a cura di CHIOCCIOLA-la casa del nomade, dedicato ad adulti e bambini e prevederà la creazione, con materiale di riciclo, di frutti fantastici.

Sabato ore 17:00 presso l’Orto dei Frutti Dimenticati si terrà Il laboratorio Intreccio con vimini, a cura di Simona Andreani, guida escursionistica del Parco Sasso Simone e Simoncello.

Domenica 29 Settembre ore 10.00 è prevista la visita guidata Conosciamo le erbe spontanee del giardino dei frutti dimenticati, a cura di Erboristeria Erba Medica – Margherita Fraboni presso l’Orto dei Frutti Dimenticati.

Domenica 29 alle ore 15.00 all’Anfiteatro sarà possibile Tingere come una volta con il guado, laboratorio a cura della Prof.ssa Zucca Maria dell’Istituto d’Istruzione Superiore Camaiti di Pieve S. Stefano.

Si potrà inoltre realizzare La carta fatta a mano partendo da vecchi fogli di carta in disuso; il laboratorio sarà per  le scuole nella giornata del 28 dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e aperto al pubblico Domenica 29 dalle ore 10.00 alle ore 12.00 presso il CEAS del Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello - Museo Naturalistico di Pennabilli;

Infine Sabato 28 Settembre ore 17.30 Andrea Fazi condurrà una GUIDA SULLA BIODIVERSITA’ alla Chiesa della Misericordia.


Spettacoli e musiche  in omaggio al maestro

Le musiche folkloristiche del “Duo Trabadel” e il gruppo danzatori “Il Girotondo di Faenza” apriranno le danze, allietando i visitatori sabato 28 settembre alle ore 18:30 all’Orto dei Frutti Dimenticati. 

Il Jazz, sarà invece protagonista della serata di sabato 28 settembre, alle ore 21:00 presso l’incantevole Teatro Vittoria di Pennabilli, potrete farvi travolgere dal Jazz contemporaneo di Pape Gurioli in concerto, ospite Enrico Maria Papes dei Giganti. 

Giampaolo "Pape" Gurioli è un musicista eclettico che spazia dal pop, al jazz, alla musica contemporanea. 

Nel mondo della musica leggera ha collaborato, come pianista e arrangiatore con alcuni dei maggiori artisti del settore come Cesare Cremonini, Giorgia, Laura Pausini, Piergiorgio Farina, e soprattutto Jovanotti che ha accompagnato al piano per otto anni.

Lo spettacolo del week end dedicato agli antichi frutti, proseguirà con lo spettacolo “I Racconti della Lumaca” che Domenica 29 settembre alle ore 15:00 condurrà i visitatori alla scoperta dei Luoghi dell’Anima e del Centro Storico di Pennabilli, i partecipanti si ritroveranno immersi in un viaggio insieme a fantastici personaggi ispirati alle poesie del Maestro Tonino Guerra e potranno scoprire i segreti della storia di Pennabilli recenti e lontani. 

Il viaggio nei ritmi della tradizione si concluderà con lo spettacolo musicale “Lavorare stanca … ma cantare aiuta”- Dalla terra alla fabbrica, canti di lavoro e di emigrazione - di Gianluigi Tartaull, che si terrà nell’ elegante cornice del Teatro Vittoria domenica 29 settembre alle ore 21:00. 

< Articolo precedente Articolo successivo >