Domenica 01 Agosto16:55:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo. Cisl: no all'aumento dell'addizionale Irpef

Attualità Santarcangelo di Romagna | 11:24 - 25 Settembre 2013 Santarcangelo. Cisl: no all'aumento dell'addizionale Irpef

Addizionale Irpef sotto la lente d'ingradimento della Cisl Romagna. Il previsto aumento trova un fermo "no" da parte dell'associazione di categoria. In una nota Massimo Fossato, segretario generale Cisl Romagna, una maggiore e più incisiva lotta contro l'evasione fiscale, non avrebbe portato all'aumento dell'addizionale Irpef. Previste diverse iniziative per informare i cittadini.

Di seguito la nota stampa Cisl Romagna

La decisione di ricorrere a un aumento della addizionale Irpef  da parte del Commissario nel comune di Santarcangelo di Romagna ci trova fermamente contrari sia sul piano dell’iniquità che il ricorso a questo strumento esprime, sia perché questa decisione, marcatamente politica, rischia di aprire di fatto una lunga e complicata campagna elettorale.

Non ci convince inoltre la tesi, apparsa sui giornali locali qualche giorno fa, che l’Irpef cresce per colpa di quanti nel territorio clementino evadono le tasse. Né ci convince l’aver alzato, da parte del Comune, bandiera bianca su questo versante, senza che gli uffici competenti si siano impegnati di più e meglio, nel recupero di quanto dovuto dagli evasori. Recuperi che anno dopo anno le precedenti amministrazioni hanno puntualmente raggiunto. 

Affermare che l’evasione non si può recuperare e pertanto si alzano le tasse è un messaggio, da parte di una Amministrazione Pubblica, profondamente sbagliato e diseducativo.

Siamo convinti che questa ulteriore patrimoniale sui soliti noti si poteva e si doveva evitare, intervenendo sul versante della spesa, riducendola invece di aumentarla come questa manovra si propone, ridifinendo le priorità in un momento di crisi e di grande incertezza rispetto al futuro, facendo proprio e non solo ascoltando il parere della comunità e dei corpi intermedi, partiti e sindacati e associazioni, che si sono espressi contro questa opportunità. 

Si potevano prendere altre strade, lavorare da subito al bilancio preventivo 2014, verificando risorse e priorità, costi e tagli possibili alle varie sovvenzioni  e costi della politica e della macchina comunale. 

Si è presa la strada più facile, sovrapponendo tassa a tassa. 

Per quanto ci riguarda non subiremo questa decisione passivamente e ci attiveremo per realizzare nel territorio clementino le necessarie iniziative sia di informazione verso i cittadini che di mobilitazione per arrivare a cambiare questa impostazione di bilancio che vede nella addizionale IRPEF il suo perno centrale.

Massimo Fossato, segretario generale Cisl Romagna

< Articolo precedente Articolo successivo >