Martedý 27 Luglio04:28:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: per i ragazzi del Giulio Cesare, inizio della scuola con rievocazione storica della Legio XIII Gemina

Attualità Rimini | 12:55 - 21 Settembre 2013 Rimini: per i ragazzi del Giulio Cesare, inizio della scuola con rievocazione storica della Legio XIII Gemina

Con la rievocazione dell'adlocutio (discorso) di Cesare ai soldati nel 49 a.C. si è aperta la giornata dedicata dai ragazzi del liceo Classico “Giulio Cesare” all’apertura dell’anno scolastico, promossa e organizzata, oltre che dall’istituto, dall'associazione Borgo Marina di Rimini in collaborazione con la Legio XIII Gemina

Una giornata iniziata con lo schieramento della legio Romana XIII all'Arco di Augusto e proseguita in piazza Tre Martiri con l'adlocutio di Cesare ai soldati della legione che avevano sfilato in abito storico.

“Un momento – come hanno detto i ragazzi del classico per spiegare il senso dell’iniziativa – che non vuole essere un inno alla guerra o un canto nostalgico per un passato travisato o incompreso, ma un invito a non dimenticare chi siamo e da dove veniamo, e quanto ancora può derivarci dall'amore e dalla cura per l'antico. Il passato ci ha lasciato tradizioni e modi che ci rendono grandi e consapevoli.”

Al discorso di Cesare ai suoi legionari ha fatto poi seguito la rappresentazione dello spettacolo, aperto alla Città,  I gemelli diversi, liberamente ispirato alla commedia Menecmi di Plauto. Uno spettacolo incentrato sul tema classico del doppio e dell’equivoco, allestito dalla compagnia teatrale "Arte da Parte" del Liceo Classico G.Cesare con la regia e la supervisione del direttore artistico del Plautus Festival, Cristiano Roccamo, e già rappresentato il 5 e 6 giugno scorsi per un pubblico di soli studenti e amici.

Una giornata – hanno detto i promotori – frutto di una sinergia fra la scuola,intesa come serbatoio di cultura e i cittadini, nata con il solo scopo di aggregare la città, intesa come collettività sociale e tessuto urbano, nella rievocazione storica e filologica della sua matrice romana e classica, in un clima di solidarietà e inclusione sul filo della memoria.

< Articolo precedente Articolo successivo >