Martedý 27 Luglio05:49:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Siria: medico sammarinese nel cuore della guerra per prestare la sua opera

Sanità Repubblica San Marino | 17:20 - 10 Settembre 2013 Siria: medico sammarinese nel cuore della guerra per prestare la sua opera

Dalla scorsa settimana il chirurgo sammarinese Stefano Rossini è in Siria,  con Medici Senza Frontiere, per garantire assistenza medico-sanitaria alla popolazione colpita dalla guerra. Una missione estremamente pericolosa: nello stesso ospedale di fortuna in cui presta la sua opera Rossini, pochi giorni fa un medico siriano di 28 anni è stato rapito ed ucciso. Sono numerosi i pazienti feriti per i colpi sparati da armi. Secondo l’équipe medica in cui presta la sua attività Rossini, i due terzi delle operazioni realizzate sono stati interventi chirurgici d’emergenza. In un contesto di guerra in cui Medici Senza Frontiere interviene senza il consenso delle autorità ufficiali siriane, l’evoluzione dei combattimenti, le difficoltà di approvvigionamento e le restrizioni che hanno i feriti per raggiungere l'ospedale, minacciano ininterottamente le attività. Il medico sammarinese dovrebbe continuare la sua opera con Medici Senza Frontiere in Siria per circa due mesi.

< Articolo precedente Articolo successivo >