Lunedý 06 Aprile16:50:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

'Non Tacere': a Riccione il XIX Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi

ASCOLTA L'AUDIO
Eventi Riccione | 16:15 - 05 Settembre 2013 'Non Tacere': a Riccione il XIX Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi

Si è aperta ufficialmente la 19° edizione del Premio Ilaria Alpi a Riccione, dopo la prentazione a Roma, avvenuta martedì 3 settembre 2013, e la proiezione di "Which way is the frontline from here? The life and time of Tim Hetherington", il documentario dedicato al fotografo britannico ucciso nel 2011 da un colpo di mortaio durante la rivolta civile in Libia e proiettato per la prima volta in Italia ieri sera al Cinepalace. Fino a domenica 8, negli spazi di Villa Mussolini e del Palacongressi e fino alla chiosa dei Nobraino insieme a Spinoza.it per una serata sull'immigrazione, si alterneranno i principali nomi del giornalismo italiano, insieme alle migliori videoinchieste dell’anno, per una 5 giorni dedicata alla riflessione e al dibattito sul giornalismo d’inchiesta televisivo.

“Il premio è giunto alla sua 19° edizione in un crescendo continuo – ha  Mariangela Gritta Grainer, presidente dell’associazione Ilaria Alpi – Vogliamo continuare a non tacere e ad accompagnare Luciana e Giorgio Alpi nella ricerca della verità e per assicurare alla giustizia esecutori mandanti e chi li ha coperti. Vogliamo che Ilaria possa continuare a non tacere e che così possano e vogliano fare sempre più giornalisti e sempre più giovani che scelgano di fare questo lavoro”.
 
Il lavoro che l'associazione porta avanti incessantemente è quello di creare una rete, esercitare un peso in quei luoghi dove si decide, tenere aperta l'inchiesta e "Non Tacere": questo il tema che contraddistingue questa 19° edizione del premio, titolo anche della serata interamente dedicata ad Ilaria Alpi, sulla libertà di informazione con Mariangela Gritta Grainer, Giuseppe Giulietti, Marco Cesario, Marilena Natale, Mimmo Candito, Domenico Affinito, Francesca Paci, Jean Claude Mbebe, la conduzione di Tiziana Ferrario in collaborazione con Articolo 21, in programma giovedì ai Giardini di Villa Mussolini. Proprio la giornalista Ferrario ha sottolineato l'importanza di capire le difficoltà in cui molti operatori dell'informazione si trovano ad esercitare e l'esigenza di capire e non lasciare soli i colleghi che affrontano quotidianamente realtà e territori difficili.

Sull'importanza del carattere identificativo che il Premio ha per Riccione si è soffermato poi Massimo Pironi, sindaco della Perla Verde: "L'obiettivo per noi rimane quello di dare continuità al Premio dedicato a Ilaria e a Miran. Sarà anche l’occasione però per proiettarsi sull’edizione del ventennale del Premio, e sull’idea che questo possa servire a lanciare l’idea di riunire a Riccione, il prossimo anno, tutti i Comuni d’Italia e i soggetti che hanno dedicato luoghi e spazi di riflessione a Ilaria Alpi e al suo lavoro d’inchiesta".

Uno dei lavori che verrà presentato nella giornata di venerdì sarà "STOP BLANQUEO. Da Rimini verso l’Europa: l’infiltrazione criminale nell’economia attraverso usura e riciclaggio".
Sul tema si è espresso il Presidente della provincia di Rimini Stefano Vitali, sottolineando la continua tensione alla lotta alla piaga dell'infiltrazioni in una zona, quella del riminese, che, purtroppo, rappresenta in questo senso terreno fertile. Dunque riciclaggio e criminalità, ma anche massoneria deviata, temi caldi con cui si discuterà alla presenza di Sonia Alfano, Presidente Commissione Antimafia Europea, Nicola Gratteri, Procuratore aggiunto presso il Tribunale di Reggio Calabria, Paolo Giovagnoli, Procuratore capo di Rimini, Alberto Nerazzini, Giornalista Report, Rai 3.

Il programma completo: http://www.premioilariaalpi.it/programma/


Interviste alla giornalista Tiziana Ferrario e al direttore del Premio Ilaria Alpi Francesco Cavalli di Maria Assunta Cianciaruso

ASCOLTA L'AUDIO