Sabato 31 Luglio14:31:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

In Valconca va in scena "A passo d'Uomo Festival": camminate sceniche e spettacoli

Eventi Valconca | 15:34 - 02 Settembre 2013

Un progetto sperimentale di sviluppo locale che incentiva e valorizza la creatività giovanile, le arti contemporanee e il patrimonio storico culturale della valle del torrente Conca. “A Passo d’Uomo” è un festival originale sul binomio arte-natura, che tornerà in scena il 6, 7 e 8 settembre. Nel corso della kermesse i sentieri naturali e culturali della Valconca saranno percorsi “a passo d’uomo” dagli spettatori, dotati di mappa ed accompagnati da guide esperte del territorio. Lungo i percorsi nel bosco e nei borghi storici, durante le passeggiate, avranno luogo gli eventi, le installazioni e le performance. Il contesto in cui si svolgeranno le attività ed il festival è il Grande Anello Verde del Conca (G.A.V.), un circuito intercomunale che si sviluppa principalmente sulla rete sentieristica tabellata dal CAI di Rimini. Il circuito dei sentieri del G.A.V. connette tutti i comuni dell’Unione Valconca, attraversando i centri storici maggiori e minori, le aree protette, i boschi, i calanchi, i geositi, includendo le strutture agrituristiche e ricettive diffuse nel territorio. Il G.A.V. si compone di 42 circuiti di lunghezza e difficoltà variabile tra i 2 e i 10 km, che collegano i luoghi più suggestivi della valle privilegiando punti e strade panoramiche e di aree a forte vocazione naturalistica e turistica. “A Passo d’Uomo” nasce su proposta e con il sostegno dell’Unione Valconca, della Provincia di Rimini, del Dipartimento della Gioventù e dell’Anci - Associazione Nazionale Comuni Italiani. Tutte le iniziative promosse dal festival “A passo d’uomo - Sentieri naturali e culturali in Valconca” sono legate al camminare, all’osservazione del paesaggio e al convivio. Le azioni artistiche accadono all’inizio, durante o al termine delle camminate. I circuiti sono circolari, di lunghezza, pendenza, manto e difficoltà variabile. Si torna sempre al punto di partenza. Sono necessarie scarpe da trekking per garantirsi una buona presa sul terreno, pantaloni lunghi e comodi, acqua e, per chi non resiste alla fame, un piccolo spuntino. Tra le novità di questa edizione vi è la partecipazione di amministratori e tecnici di città olandesi, spagnole, bulgare e maltesi ospiti della Regione Emilia-Romagna. Un team di oltre 20 persone che hanno conosciuto “A Passo d’Uomo” a Barcellona nell’inverno scorso e che seguiranno le attività del Festival attingendo idee sull’organizzazione e sulle opere pubbliche di valorizzazione della rete sentieristica della Valconca. Altra novità significativa dell’edizione 2013 è la costituzione dell’Associazione di promozione sociale “A passo d’Uomo”, composta da professionisti e artisti del luogo, la maggior parte under 40, che assieme a Provincia di Rimini, Unione della Valconca, piccole e medie imprese della filiera dell’accoglienza e una fitta rete associativa sono i promotori dell’iniziativa. Non mancherà una mostra fotografica di Guido Guidi “Sguardi sul paesaggio/laboratorio di fotografia”: un’indagine sulla trasformazioni dei paesaggi della Valconca con particolare riferimento agli elementi, ai luoghi e agli spazi in cerca di nuovi usi e funzioni. Infine,  nel programma del festival è proposta una performance di danza contemporanea "L’adorazione, il canto dei corpi", a Valbona di Gemmano, risultato del seminario di danza contemporanea, "Training & Performance".
Per maggiori informazioni si consiglia di consultare il sito: www.apassoduomo.org

< Articolo precedente Articolo successivo >