Venerd́ 30 Settembre19:31:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

No cemento in via Secchiano, intervista a Gnassi dopo decisione del TAR

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Rimini | 15:05 - 02 Agosto 2013 No cemento in via Secchiano, intervista a Gnassi dopo decisione del TAR

Il Tar ha dato ragione a Palazzo Garampi, respingendo il ricorso che era stato fatto contro la ‘variante anticemento’ che bloccava il piano edilizio di via Secchiano a Rimini. La decisione è stata comunicata con soddisfazione questa mattina dal Sindaco di Rimini Andrea Gnassi, a margine della presentazione del progetto per la nuova scuola di Villaggio Primo Maggio. 

“È possibile dire di no al cemento. Il Tar ha respinto il ricorso che chiedeva di sospendere la variante anticemento che avevamo adottato. Significa che il tribunale amministrativo regionale dice sì alla variante contro il cemento che il comune di Rimini ha fatto. Questo fa un po’ giustizia rispetto ad una cultura che voleva affermare i famosi diritti acquisiti. Cioè chi viene in comune, un sindaco, questa amministrazione non ha piena sovranità per cambiare anche i destini  della città nel senso di minore cementificazione. Oggi la città sta cambiando” ha dichiarato soddisfatto Gnassi. Il piano regolatore "taglia-mattone" infatti prevede uno "sfoltimento" della capacità edificatoria pari al 40%.

“Ci sta che un Sindaco si metta sulle spalle anche delle etichette. Oggi però i riminesi si stanno accorgendo che l’anello verde va avanti, la ciclabile sul lungomare: adesso un altro pezzo dell’anello verde” ha proseguito il Sindaco.

“In un mese abbiamo portato le fogne per la prima volta, 154 milioni di euro di investimento, chiusura degli 11 sforatori; stiamo salvando l’aeroporto; le scuole sono una priorità, stiamo facendo 3 scuole. Questa è la Rimini che cambia per avere meno cemento, più servizi, più scuole, più fogne e più qualità della vita” ha concluso Gnassi.

In audio la dichiarazione del Sindaco di Rimini, Andrea Gnassi.

ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >