Martedý 04 Ottobre12:31:12
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo: richiesta per salvare i Mutoid

Attualità Santarcangelo di Romagna | 16:25 - 02 Luglio 2013 Santarcangelo: richiesta per salvare i Mutoid

Sarebbero dovuti rimanere fino al 2019 in quello che è un vero e proprio villaggio concesso dal Comune ma ora il loro futuro sembra essere incerto. Il gruppo Mutoid Waste Company, arrivò a Santarcangelo all'inizio degli anni ’90 per partecipare ad un’edizione del festival dei Teatri. Da allora, Santarcangelo è divenuta la loro casa. La loro arte, il loro stile di vita, loro stessi, sono divenuti per i santarcangiolesi familiari e dopo 20 anni le collaborazioni col Comune e con le scuole del territorio si sono moltiplicate, allo stesso modo i legami tra le persone. Mutonia non è un campeggio, anche se le persone vivono dentro caravan o costruzioni temporanee che somigliano piu ad opere d’arte che a case, non è un campo Rom, eppure le persone che vi risiedono non sono sempre le stesse e magari non stanno tutto l’anno. Dunque, Non è certo un quartierino di case a schiera. Il Comune di Santarcangelo in questi anni si è mosso nelle sedi opportune e ha cercato di risolvere il problema per trovare una soluzione che coinvolgesse diversi enti, per tenere a Santarcangelo il Campo Mutoid come un Luogo dell’Arte. Oggi, l'unico in qualche modo contrario alla presenza dei Mutoid in territorio santarcangiolese è un residente di zona che si è rivolto al Tar. Ci si trova di fronte ad una istanza di sgombero che potrebbe spazzare via non solo l’arte ma delle persone che fisicamente vivono, lavorano e vanno a scuola a Santarcangelo. In difesa del Mutoid Waste Company è stata aperta una pagina Facebook dedicata dal nome Pro Mutoid, con oltre 12 mila persone a dare il loro "mi piace" in meno di una settimana. E' partita anche una petizione online per raccogliere firme sul sito Change.org con lo scopo di salvare Mutonia e la loro arte. 

< Articolo precedente Articolo successivo >