Giovedý 04 Marzo12:59:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riaprono i balconi del Montefeltro

Cronaca San Leo | 12:08 - 30 Aprile 2013 Riaprono i balconi del Montefeltro

Da mercoledì 1 maggio a San Leo e Urbania è di nuovo possibile immergersi nell’arte a cielo aperto, nei Paesaggi dipinti da Piero della Francesca, scovati e regalati al mondo due “Cacciatrici di Paesaggi”, Rosetta Borchia, pittrice e fotografa di paesaggi e Olivia Nesci, docente di geomorfologia all’Università di Urbino.

Per la gioia di fotografi, amanti dell’arte, escursionisti, famiglie, instagramers alla ricerca di unicità del territorio, riaprono i “Balconi di Piero” all’interno del progetto  Montefeltro Vedute Rinascimentali: due itinerari unici e suggestivi caratterizzati da un servizio di guide competenti ed esperte che accompagneranno il visitatore attraverso un viaggio di suggestioni e una narrazione “viva” e indimenticabile.

Cosa sono i “Balconi”

Inaugurati da Umberto Eco il 23 giugno 2012, I Balconi di Piero sono suggestivi punti panoramici che si aprono sui paesaggi ritrovati, con panorami mozzafiato che abbracciano tre regioni. Nel territorio di San Leo (RN), in pieno Montefeltro, nell’alta Valmarecchia si trovano i primi due balconi, al termine di un verde sentiero in località Varco Biforca-Tausano. Nel panorama verso la Toscana si ritrova il paesaggio del ritratto di Battista Sforza, sposa di Federico da Montefeltro, ritratta nel celeberrimo “Dittico dei Duchi” (Firenze, Galleria degli Uffizi). Lì accanto un secondo balcone, rivolto verso il mare, rivela il paesaggio che fa da sfondo al dipinto “San Girolamo e il Devoto” (Venezia, Galleria dell’Accademia).

Il terzo balcone si trova a Urbania (PU), in località Pieve del Colle: qui le pianure e le colline di San Lorenzo e Farneta, con sullo sfondo le alture di Mondelce, rivelano invece il Paesaggio che Piero della Francesca ha voluto per lo sfondo de “I Trionfi”, l’opera dipinta sul retro del “Dittico”.

Due le grandi novità del 2013: nei finesettimana è previsto un calendario a orari fissi fruibile anche senza prenotazione inoltre, conservando il biglietto della visita effettuata a uno dei due Balconi si ottiene uno sconto di 1 Euro sulla visita del secondo. 

< Articolo precedente Articolo successivo >