Domenica 20 Ottobre22:23:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Misano viaggia nella memoria: visita a Marzabotto

Sociale Misano Adriatico | 11:50 - 23 Aprile 2013 Misano viaggia nella memoria: visita a Marzabotto

L’Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili del Comune di Misano con il contributo della Provincia e della Regione Emilia-Romagna ed in collaborazione con la sezione ANPI di Misano e le Associazioni che operano al Centro Giovani locale hanno organizzato nell’ambito del progetto “Io, cittadino attivo e protagonista” la visita a Marzabotto e Parco storico di Monte Sole. Il viaggio nella memoria al sacrario e sui luoghi dell’eccidio si svolgerà domenica 28 aprile.

Il viaggio in bus e ingresso al Parco sono gratuiti, a carico dei partecipanti ci saranno solamente le spese del pranzo. Sono disponibili 100 posti, per partecipare è necessario iscriversi telefonando in orario di ufficio allo 0541/618464 oppure inviando una mail a centrogiovani@comune.misano-adriatico.rn.it.

Il programma della giornata prevede il ritrovo alle ore 7.45 nel parcheggio dello stadio comunale di Santamonica e partenza alle ore 8.00. Alle 10.00 si farà tappa a Marzabotto dove si verrà accolti in Municipio e a seguire si visiterà il Sacario con partenza dal centro visite Il Poggiolo alle ore 11.15.

Sarà proposto di effettuare il primo itinerario di 45 minuti a piedi fino a San Martino, per poi fare rientro al centro visite e sostare nell’area pic-nic per pranzare.

Il pomeriggio è libero per tutti con possibilità di effettuare diversi itinerari della memoria, segnalati in loco nel Parco, della durata da un ora a tre ore.

Il ritrovo per il rientro è fissato alle ore 17.45 presso il centro visite Il Poggiolo, alle 18.00 si ripartirà per Misano.

Il progetto “Io, cittadino attivo e protagonista” tramite attività di laboratorio e momenti di incontro, prevede un percorso che sollecita i giovani verso la consapevolezza dei propri diritti e doveri, dell’importanza della memoria storica e della legalità, cercando di costruire le basi per future occasioni di democrazia partecipata e cittadinanza attiva.