Giovedý 04 Marzo18:50:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: addio all'ex assessore Massimo Foschi

Attualità Rimini | 16:31 - 21 Aprile 2013 Rimini: addio all'ex assessore Massimo Foschi

E' venuto a mancare questa mattina Massimo Foschi, ex assessore presso il Comune di Rimini e la Provincia: era stato ricoverato a causa di un ictus.  
Stasera alle 19,30 la recita del Santo Rosario presso la parrocchia San Gaudenzo. I funerali si terranno martedì pomeriggio alle 15.30 presso la Chiesa Parrocchiale di San Gaudenzo.

L’Amministrazione comunale si associa al dolore di famigliari e amici per la scomparsa di Massimo Foschi: “Un uomo – ha detto il Sindaco Andrea Gnassi – che ho avuto modo di conoscere e stimare per la passione politica che l’ha sempre animato, sia come cittadino che come amministratore della cosa pubblica. Un impegno denso d’affetto per la sua città.”

Massimo Foschi è stato assessore comunale nelle due Giunte guidate dal Sindaco Giuseppe Chicchi, nel 1992 e nel 1995, dopo essere stato eletto consigliere comunale nelle elezioni del 1990, ’95 e ’99. Un’esperienza a cui ha fatto seguito fino al 2004 quella di assessore della Provincia di Rimini.

Esprime il suo cordoglio in una nota anche il Presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali: "A nome dell'Amministrazione provinciale di Rimini, esprimo il più sincero cordoglio per la scomparsa di Massimo Foschi che, per questo Ente, aveva svolto il servizio di Assessore ai Servizi sociali e alle Attività economiche tra il 1999 e il 2004. Conoscevo personalmente Massimo, un uomo ispirato da profondi valori cristiani nel suo approccio alla vita politica e amministrativa. Ma anche un combattente,  una persona che dava tutta se stessa nel suo lavoro di insegnante e di rappresentante pubblico, che intendeva puramente come servizio alle famiglie, alle associazioni, ai singoli. Dietro un carattere a volte burbero, Massimo Foschi nascondeva un grande altruismo e una altrettanto grande generosità. La politica riminese, che lo ha visto protagonista per almeno quattro decenni, perde davvero un pezzo di umanità e conoscenza davvero insostituibile. Grazie Massimo."

< Articolo precedente Articolo successivo >