Marted́ 09 Marzo02:24:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il (fanta) tavolo della crisi: esperto riminese propone moneta locale

Attualità Rimini | 18:00 - 12 Aprile 2013 Il (fanta) tavolo della crisi: esperto riminese propone moneta locale

Una moneta locale, dai connotati virtuali, da affiancare all'euro, quale rimedio per uscire dalla crisi. E' la proposta del giovane economista riminese Lucio Gobbi, presentata al tavolo anticrisi convocato in Comune. Una proposta che inevitabilmente farà discutere, basata in primis sulla creazione di un circuito tra le imprese.  Ognuna di esse avrà un conto corrente in questa moneta locale, utilizzato solamente per pagare e ricevere pagamenti all'interno del circuito. Ogni impresa dovrà avere il conto in pareggio: dovrà cedere e acquistare beni per un pari valore. Il cittadino dipendente participerà al circuito: parte dell'attivo sarà infatti a lui trasferito, per essere obbligatoriamente speso acquistando beni da altre imprese.  La parte di moneta locale non spesa dal dipendente non potrà essere "accumulata", ma sarà versata a organizzazioni no profit inserite nel circuito. Le imprese possono così investire senza dover chiedere liquidità alle banche, che si limiterebbero a ricevere in appoggio quella che è definita "la camera di compensazione", il cuore del sistema: la gestione di tutti i movimenti della moneta locale. 

< Articolo precedente Articolo successivo >