Marted́ 01 Dicembre02:53:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Latitante romagnolo arrestato ad Ascoli Piceno: era stato condannato per bancarotta

Cronaca Emilia Romagna | 16:32 - 02 Novembre 2012 Latitante romagnolo arrestato ad Ascoli Piceno: era stato condannato per bancarotta

La squadra mobile di Ascoli Piceno ha catturato un latitante romagnolo 64enne, forlivese, che deve scontare una condanna di 4 anni e 6 mesi di reclusione per bancarotta fraudolenta. L'uomo è già noto alle forze di polizia anche per altri reati, che vanno dall'associazione per delinquere alla truffa.
I fatti risalgono al 2007, quando in qualità prima di  presidente del Cda e poi di amministratore unico della Resin Fer S.r.l., sarebbe riuscito - prima del fallimento della ditta - a distrarre circa 850.000 euro dal capitale sociale a danno dei creditori, effettuando versamenti su alcune società con sede nella Repubblica di San Marino. L'uomo era stato condannato dal Tribunale di Ascoli Piceno nel dicembre scorso e da quel momento aveva fatto perdere le proprie tracce.

E' stato rintracciato attraverso un'utenza telefonica da lui utilizzata e da un'intercettazione è emerso che si  trovata nel Forlivese. Quando gli agenti hanno avuto la certezza che si stava preparando a partire per la Toscana è subito scattato il dispositivo per catturarlo. Gli uomini della squadra mobile di Ascoli, in collaborazione con i colleghi di Forlì e la Polstrada, hanno bloccato Ricci mentre era incolonnato al casello autostradale di Forlì, fatto precedentemente chiudere. Ora si trova nel carcere di Forlì.