Martedý 24 Novembre05:21:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Turista riminese scomparso durante escursione in Madagascar

Cronaca Rimini | 15:31 - 27 Ottobre 2012 Turista riminese scomparso durante escursione in Madagascar

Un turista di Rimini, Vittorio Di Gennaro, è scomparso in Madagascar nel corso di un'escursione nella riserva naturale di Ankarana, all'estremo nord dell'isola. Lo ha comunicato la famiglia all'Ansa e lo hanno confermato i carabinieri di Rimini. L'uomo, 69 anni, residente nella città adriatica, era partito il 21 ottobre con un gruppo organizzato dal Tour Operator di Milano 'Lombard Gate' e non se ne hanno più notizie da marcoledì 23 ottobre. Sono stati gli stessi carabinieri di Rimini, allertati dai colleghi dell'Ambasciata d'Italia a Pretoria (competente per il Madagascar), ad avvertire la moglie, Domenica Mauri. Secondo quanto riferito da un parente, Alessandro Fiorini, nel corso dell'escursione Vittorio Di Gennaro si sarebbe fermato perché stanco, ma il resto del gruppo al ritorno non lo ha più trovato. La Farnesina segue la vicenda attraverso l'Ambasciata italiana a Pretoria che è in stretto contatto con le autorità locali. 

Vittorio Di Gennaro, ingegnere in pensione di 69 anni, è un viaggiatore esperto, che era andato nell'isola africana con un gruppo di quattro persone, nell'ambito di un viaggio ben organizzato, con guide e trasporti prenotati. Non si tratta, insomma, di un viaggio autogestito all'avventura. Lo racconta all'ANSA Domenica Mauri, la moglie dell'uomo che da giorni è in apprensione. "Sono in contatto con l'ambasciata italiana di Pretoria - ha detto - mi dicono che stanno facendo delle ricerche, ma che per ora non ci sono risultati. Io sono molto preoccupata". Vittorio Di Gennaro è un appassionato di viaggi, passione coltivata con maggiore continuità da quando (a differenza della moglie che ancora lavora e che non può sempre seguirlo) è in pensione. "Ci siamo scambiati dei messaggi - ha detto la donna - domenica dagli aeroporti di Bologna e di Parigi, poi ho avuto sempre sue notizie via sms lunedì, mi aveva detto che tutto andava per il meglio. Sapevamo che le comunicazioni erano difficili. Dopo che ho avuto la notizia dai carabinieri di Rimini, ho provato a richiamarlo ma il telefono era staccato". "A quanto mi hanno riferito - prosegue Domenica Mauri - mio marito si è fermato da solo, prima di fare un'escursione, perché era stanco. Avrebbe aspettato i suoi compagni di viaggio alla fine dell'escursione, ma non lo hanno più trovato". La signora Mauri sta cercando di convivere con l'angoscia, provando a immaginare cosa possa essere successo. "Mio marito - ha detto - è abituato a pagare con i contanti, più che con le carte di credito e qualcuno potrebbe essersi accorto che aveva con sé dei soldi".