Luned́ 30 Novembre12:07:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione: La Compagnia di San Patrignano al Teatro del Mare

Spettacoli Riccione | 12:52 - 27 Ottobre 2012 Riccione: La Compagnia di San Patrignano al Teatro del Mare

Domenica 28 ottobrealle ore 16 il Teatro del Mare di Riccione accoglie una interessante esperienza artistica maturata sul territorio. In scena La Compagnia di San Patrignano con Cosi è (se vi pare) di Luigi Pirandello per la regia di Pietro Conversano e con l’accompagnamento musicale di Tiziano Fabiani. Scenografie e costumi di Andrea Perego e Marco Matteucci. Project Manager sono Patrizia Russi, Francesco Mei ed Elena Ciano. Uno spettacolo a ingresso libero, pensato in particolar modo per le scuole e le famiglie, che rientra nell’ambito del progetto Tra rischio, dipendenza e libertà promosso da Anglad e Centro d’Amicizia, in collaborazione con Alcolisti Anonimi e con il sostegno di VolontaRimini.

Della Compagnia fanno parte 14 tra ragazzi e ragazze che stanno svolgendo il percorso di recupero presso la Comunità di San Patrignano a Coriano. Un gruppo affiatato che si è formato nel corso del laboratorio teatrale stabile avviato più di un anno fa e diretto da Pietro Conversano. Mesi di intenso lavoro, con grande delicatezza e attenzione ai rapporti umani, che ha portato alla produzione del primo spettacolo, Cosi è (se vi pare), rivisitazione corale della nota pièce pirandelliana che, dopo il debutto corianese, vive a Riccione il suo battesimo ufficiale per il primo confronto con il pubblico di una Stagione Teatrale.

Una scelta impegnativa, ma non casuale, quella di debuttare affrontando la moltitudine di aspetti che può assumere la verità. Tema molto caro a Pirandello, per il quale la verità assoluta non esiste. Il messaggio dell’eterno enigma della vita e dell’uomo in tutta la sua infinita complessità lascia al pubblico il compito di cogliere il significato di ciò che vede portato in scena da Federica, Daniela, Andrea T., Davide, Pino, Peppino, Silvia, Igor, Giacomo, Andrea, Flavio, Elisabeth, Roberto e Andrea P. Ogni spettatore troverà la propria soluzione al dilemma in base a ciò a cui vorrà credere. Ingresso è libero.