Mercoledì 02 Dicembre19:03:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Un monumento per l'agente della Polstrada bellariese morta a Varese

Attualità Bellaria Igea Marina | 12:18 - 24 Ottobre 2012 Un monumento per l'agente della Polstrada bellariese morta a Varese

Sorgerà un monumento nel punto in cui 18 anni fa morì l'agente Sabrina Pagliarani, in servizio alla Polizia Stradale di Varese, sottosezione di Busto Arsizio. Sabrina aveva 25 anni ed era originaria di Bellaria.  Fortemente voluta dal Comitato 'Ricordare Sabrina', l'opera dello scultore Gilberto Barchiesi - che rappresenta delle ruote spezzate da cui parte un raggio che si alza verso il cielo -  verrà inaugurata lunedì alle 11 con una cerimonia alla quale parteciperanno, oltre a rappresentanti delle forze dell'ordine e delle Associazioni, tra cui l'Asaps, i genitori della poliziotta e il Vice Capo Vicario della Polizia di Stato, Nicola Izzo. Il monumento sarà posizionato presso lo svincolo autostradale A9 Como-Sud, vicino al confine italo-svizzero, dove la notte del 30 settembre 1994 Sabrina Pagliarani morì mentre prestava servizio di pattuglia.  Quella notte un Tir tedesco aveva superato di circa una ventina di metri il limite imposto dalla pattuglia che faceva viabilità a ridosso del confine: Como era priva di Autoporto e la dogana svizzera chiudeva dalle 22 alle 6 del mattino. Sabrina fermò il veicolo, chiese i documenti e, mentre faceva ritorno alla vettura di servizio, il camionista nel fare retromarcia la travolse. L'agente morì durante il trasporto in ospedale, il camionista venne denunciato per omicidio colposo.