Marted́ 04 Ottobre11:04:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Fondi europei per la pesca: bando entro marzo

Attualità Rimini | 09:07 - 20 Marzo 2012 Fondi europei per la pesca: bando entro marzo

L'Ue pensa anche a Rimini per il piano pesca e a fine di marzo il Comune riminese partecipera' al bando per l'associazione temporanea di scopo Gac (gruppo d'azione costiera), zona "Libeccio", allo scopo di far arrivare anche sul territorio fondi per tentare di risollevare un settore quanto mai in crisi come quello ittico.

Tra gli obiettivi: diversificarne le attività, puntare sulla formazione degli addetti, commercializzare all'insegna del "chilometro zero". Complessivamente, sono disponibili fino a 800 mila euro circa (oltre 500 mila piu' ulteriori 300 mila), provenienti dal Fondo Europeo della Pesca (Fep) da spendere a livello locale entro il 2014.
I fondi, come ha spiegato in sede consiliare l'assessore comunale alle Attivita' economiche Jamil Sadegholvaad, sono destinati alle marinerie di Cesenatico e, per quanto riguarda la provincia riminese, Bellaria, Rimini, Riccione, Misano (che però non dispone di una vera e propria marineria) e Cattolica. Tra le due macroaree individuate dalla Regione per l'attuazione delle misure previste dall'asse 4 del Fep, infatti, la zona "Libeccio" si estende da Cesenatico a Cattolica toccando due territori provinciali (l'area "Maestrale" interessa invece il Ferrarese e il Ravennate fino a Cervia). Il Comune di Rimini sta correndo per arrivare a completare la partecipazione al bando (costa alle casse dell'amministrazione 1.000 euro) e, a quanto pare, non ci sarà tempo per un passaggio in Consiglio comunale entro marzo. Inoltre il Comune non proporrà progetti specifici di rilancio del settore ma lascerà l'iniziativa agli addetti ai lavori.

< Articolo precedente Articolo successivo >