Venerdì 30 Settembre17:03:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Aeroporti: Bologna si allarga in Romagna

Attualità Rimini | 09:47 - 13 Dicembre 2011 Aeroporti: Bologna si allarga in Romagna

La mediazione tra Forlì e Rimini si chiama Bologna e la Società Aeroporti di Romagna (Sar) diventa una partita a tre. Si è concluso così l'incontro in Regione voluto anche dal presidente Vasco Errani per sbloccare l'operatività della società che, scaturita da una legge regionale che ha stanziato tre milioni in tempi di crisi per l'integrazione dei due scali romagnoli, aveva subito qualche battuta d'arresto. Ora gli scali potrebbero diventare tre, con l'aggiunta della grande Bologna, pensando a tutto il sistema aeroportuale regionale: è stato infatti raggiunto in Regione un'intesa per avviare il confronto con la Sab, la società di gestione dell'aeroporto Guglielmo Marconi, e "dare vita - scrive la Regione in una nota - a un accordo strutturale tra Forlì - Cesena, Rimini e Bologna". La Regione Emilia-Romagna, le Province e i Comuni di Forlì-Cesena e Rimini - prosegue la nota - sulla base del lavoro svolto nei mesi scorsi per Sar e "come parte integrante della predisposizione del Piano industriale, avendo verificato la disponibilità di Sab, hanno deciso di aprire formalmente un confronto con la società di gestione dell'aeroporto Marconi di Bologna, per valutare le condizioni di un accordo strutturale tra i tre aeroporti, al fine di dare vita a un unico sistema aeroportuale regionale". All'incontro, presieduto da Errani, hanno partecipato l'assessore regionale ai trasporti Alfredo Peri, il sindaco di Forlì Roberto Balzani, l'assessore provinciale di Forlì - Cesena Maurizio Castagnoli, il sindaco di Rimini Andrea Gnassi e il presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali. "Una riunione positiva perché abbiamo incassato la disponibilità a discutere di aggregazione tra gli aeroporti di Rimini, Forlì e Bologna". Così il presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali, all'uscita dell'incontro in Regione che ha aperto a tre, Bologna compresa, il confronto sull'operatività della Sar, pensata finora per la sola integrazione degli aeroporti romagnoli di Rimini e Forlì."La novità principale - ha ribadito Vitali - è che c'é questa disponibilità, che è quello che volevamo". Ora sì che Rimini potrà parlare di aspetti societari e piano industriale.

< Articolo precedente Articolo successivo >