Mercoledì 07 Dicembre12:05:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il comune di Rimini aiuta i papà separati in difficoltà

Sociale Rimini | 16:33 - 23 Novembre 2011 Il comune di Rimini aiuta i papà separati in difficoltà

Ogni anno ci sono a Rimini decine di papà separati in difficoltà. I costi delle separazioni, il mantenimento dei figli e della ex moglie, il mutuo da pagare nella casa dove non si vive più spesso li costringono alla fame e a trasformarsi in clochard. Per loro, il comune di Rimini ha in mente di creare un residence interamente destinato ai Papà.

"La nostra iniziativa nasce dall'esigenza di tanti padri che oltre a dover sopportare i tempi ristretti di permanenza con i figli a causa delle decisioni dei tribunali, cadono in uno stato di povertà - ha detto Andrea Gnassi, sindaco di Rimini in occasione della conferenza stampa sulla Giornata della giustizia. Sarà un progetto in cui i padri separati potranno dimorare in un "condominio sociale" ad un costo contenuto. I'idea è già in fase avanzata, spiega l'assessore alla famiglia e al Welfare Gloria Lisi, "sarà un residence in cui non ci sia solo la possibilità di dormire e di avere un affitto calmierato, ma un luogo ospitale in cui i padri potranno incontrare i figli con la presenza di educatori e psicologi.

G.V.

< Articolo precedente Articolo successivo >