Domenica 26 Settembre02:55:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Palas di Rimini: una card per decollare

Attualità Rimini | 09:46 - 18 Ottobre 2011 Palas di Rimini: una card per decollare

Dopo la festa, di sabato 15 e domenica 16 ottobre, che ha inaugurato ufficialmente il nuovo Palas di Rimini, adesso si fa sul serio. Conti in mano e tanti  progetti per far funzionare e lavorare la nuova struttura. Proprio ieri la Società del Palazzo dei Congressi e AIA hanno presentato un nuovo sistema, unico al mondo, per ripagare "il gigante” riminese. Per la prima volta una struttura sarà ripagata, in
parte, anche dagli alberghi.  Tutte le strutture, socie del consorzio "AIA Palas" che sono circa 60 a Rimini, avranno la tessera gratuitamente e  pagheranno una royalty in base all’introito che riusciranno a ricavare dai pernottamenti “dell’astronave”.
Una “card” elettronica, che verrà dunque data dal Palas agli albergatori, che a loro volta la consegneranno a tutti i congressisti.
Chi non dovesse ricevere la tessera, che servirà per accedere alla struttura, sarà dotato di un ticket giornaliero ed invitato a prendere possesso di una card dal proprio albergatore.
Il prezzo della tessera varierà a seconda delle giornate di permanenza al Palas e alla scelta dell’hotel. Un sistema tutto da sperimentare, a partire dal prossimo convegno di fine ottobre che ospiterà i comunisti italiani. Se tutto dovesse funzionare il Presidente Lorenzo Cagnoni ha calcolato che la card potrebbe fruttare  1.1 milioni di euro in un anno. Oggi il progetto sarà illustrato in Fiera durante l'assemblea provinciale degli albergatori.

< Articolo precedente Articolo successivo >