Domenica 26 Settembre02:32:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Al via l'anno scolastico: gli auguri dell'Assessore Meris Soldati

Scuola Rimini | 12:19 - 16 Settembre 2011 Al via l'anno scolastico: gli auguri dell'Assessore Meris Soldati

Alla vigilia dell’inizio delle lezioni per l’Anno scolastico 2011/2012 l’assessore provinciale alla Scuola Meris Soldati augura a tutti, siano essi studenti che operatori, un proficuo anno scolastico.

L’entusiasmo, la voglia di apprendere, di scoprire, di ‘mettersi in gioco’ consentiranno, è l’auspicio sincero, di superare le difficoltà che la Scuola è chiamata ad affrontare a fronte di:
riforme la cui motivazione principale è dettata dalla necessità di perseguire risparmi di spesa piuttosto che rinnovare progetti educativo-formativi.
Tagli sul personale lineari ed asettici che colpiscono indifferentemente senza tenere conto delle situazioni già fortemente razionalizzate, comportando con ciò classi sempre più numerose, riduzione di tempo pieno e tempo prolungato, mancata apertura di sezioni di scuola dell’infanzia statale. Problemi verso i quali, purtroppo, in queste ore sono costretti a fare i conti, studenti, famiglie, operatori.
Tagli sui trasferimenti agli Enti Locali che non consentono di intervenire sulle strutture scolastiche o l’imposizione di vincoli alla spesa (a partire dal Patto di Stabilità) che limitano fortemente gli investimenti in questo settore di Comuni e Province. A questo proposito è importante sottolineare come la Provincia di Rimini abbia continuato ad investire sulle strutture scolastiche: nel 2011 sono stati investiti ben 2,6 milioni di euro e sono in cantiere progetti strutturali per il futuro. Non a caso anche dal Secondo Rapporto Nazionale sulla qualità della Scuola risulta che la provincia di Rimini si colloca al 9° posto in Italia (fra le 100 prov. italiane) per l’indicatore di “Edilizia scolastica” (indicatore che raccoglie i dati relativi agli edifici scolastici con riferimento all’esistenza delle condizioni che attestano sicurezza ed agibilità delle strutture).

L’impegno degli Enti Locali del nostro territorio per la scuola è sempre stato prioritario oltre che per le strutture, anche per l’integrazione scolastica degli alunni diversamente abili e quindi per il diritto allo studio e per la qualificazione dell’offerta formativa e scolastica. Sempre dal Secondo Rapporto Nazionale sulla qualità della Scuola emerge come la provincia di Rimini si collochi al 15° posto in Italia con riferimento alle spese degli Enti Locali per l’Istruzione.

Nonostante le difficoltà derivanti dalle politiche nazionali sulla scuola l’assessore Soldati è certa che anche quest’anno grazie all’impegno dei dirigenti scolastici, dei docenti e di tutto il personale amministrativo tecnico ed ausiliario il Sistema scolastico provinciale realizzerà pienamente la propria funzione didattica, dimostrando sensibilità ed attenzione verso le esigenze e le peculiarità dei circa 48.000 studenti della nostra provincia.

< Articolo precedente Articolo successivo >