Domenica 26 Settembre03:59:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Premio Riccione per il Teatro: sabato la premiazione

Spettacoli Riccione | 09:09 - 16 Settembre 2011 Premio Riccione per il Teatro: sabato la premiazione

'Con questa 51° edizione del Premio Riccione il teatro italiano riacquista la sua centralità culturale. Alziamo il sipario sui nuovi talenti e sui grandi nomi della drammaturgia contemporanea'. Così afferma Simone Bruscia, neodirettore del Premio Riccione per il Teatro.

Questa l’attesa “cinquina” di finalisti del Premio Riccione per il Teatro 2011: Saverio La Ruina, Italianesi; Vittorio Moroni, Il grande mago; Michele Santeramo, Il guaritore; Roberto Scarpetti, Viva l’Italia. Le morti Fausto e Iaio; Vitaliano Trevisan, La Bancarotta o sia Mercante Fallito.
A contendersi la vittoria della sezione under-30 quattro giovani autori: Davide Carnevali, Sweet Home Europa, Dario Merlini, Quello che c’è fuori, Luca Micheletti, Ritorno a Deepwater, Lorenzo Piccolo, La casa di carta.

I vincitori dei due ambiti premi saranno proclamati sabato 17 settembre nell’ambito di una serata evento unico riservata alla cerimonia di consegna dei riconoscimenti più prestigiosi e attesi del teatro italiano. La manifestazione, che si svolgerà nella meravigliosa cornice del Grand Hotel di Riccione, è a cura del nuovo direttore del Premio, Simone Bruscia, affiancato nel ruolo di “madrina” della serata da Valentina Cenni, giovane attrice riccionese segnalatasi all'attenzione della critica come una delle più interessanti novità della scena nazionale. A lei il compito di guidare la cerimonia di premiazione, che vedrà l’assegnazione del 51° Premio Riccione per il Teatro al miglior testo teatrale in concorso, e del Premio Riccione Pier Vittorio Tondelli al miglior testo scritto da un autore al di sotto dei trent’anni.

Con loro sul palco, alcuni dei nomi più importanti del teatro e dello spettacolo italiano, a partire dai componenti della Giuria del Premio: Umberto Orsini (presidente di Giuria), Sonia Bergamasco, Elio De Capitani, Alessandro Gassman, Fabrizio Gifuni, Claudio Longhi, Fausto Paravidino, Isabella Ragonese.

Non solo premiazioni, però. La serata del Premio sarà infatti impreziosita da un ricco programma di live ed eventi unici. Su tutti, una lettura scenica a due voci di Sonia Bergamasco e Fabrizio Gifuni che per la prima volta in assoluto mettono in scena Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry nell’adattamento inedito di Pier Vittorio Tondelli. La mise en espace è arricchita dalle musiche originali composte ed eseguite dal vivo da Massimo Zamboni.

Importantissimo anche il contributo di un nutrito gruppo di giovani artisti romagnoli, rigorosamente under-30, cui il Premio Riccione ha deciso di affidare il programma artistico della serata: una scelta in linea con il progetto di rinnovamento intrapreso dal Premio, a sostegno della creatività giovanile e delle realtà emergenti del territorio.
Così, ad aprire e chiudere i festeggiamenti, sarà un doppio live-set di Gianmaria Gamberini, dj e compositore di Cattolica, già impegnato con la celebre compagnia Celeste Rosa di Silvio Castiglioni. Alla fotografa riccionese Beatrice Imperato è invece stata affidata la creazione della traccia narrativa visual del piccolo principe tondelliano e di un video-showreel inedito sulla storia del Premio Riccione. Il filmato, presentato con una spettacolare proiezione sulla facciata del Grand Hotel a cura di Luckyassembler, sarà accompagnato da una sonorizzazione live di due giovanissimi, ma già affermati musicisti: la compositrice riccionese Alice Berni e il percussionista cesenate Enrico Malatesta.

< Articolo precedente Articolo successivo >