Mercoledė 27 Ottobre22:11:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Farà tappa a Bellaria il 'Premio Nazionale Bruno Lauzi'

Spettacoli Bellaria Igea Marina | 14:23 - 14 Giugno 2011 Farà tappa a Bellaria il 'Premio Nazionale Bruno Lauzi'

Dai giovani cantanti un forte messaggio contro la droga: "Se butti la droga sei stupefacente!” E’ questo lo slogan più significativo del Premio Nazionale Bruno Lauzi, che farà tappa a Bellaria Igea Marina il 19 giugno in Piazzale Perugia alle ore 21.00.  Anche Bellaria Igea Marina entrerà così a far parte del Premio e di tutto ciò che esso rappresenta: trenta concerti nelle piazze italiane, circa 500 giovani artisti che avranno la possibilità di esibirsi, un contratto di produzione discografica per il vincitore e un importante campagna contro la droga.
 
Il Premio Nazionale Bruno Lauzi è un concorso canoro itinerante promosso dall'Associazione Musicale Arte e Cultura Appennino, presieduta dal Prof. Franco Marini con la direzione artistica di Antonio Topi.
L’inserimento di Bellaria Igea Marina in qualità di tappa del tour è frutto della collaborazione tra Associazione Appennino e Amministrazione Comunale, e possibile grazie anche alla dedizione della nostra concittadina Sig.ra Teresa Lucchi, che ha speso tutta la sua vita per i problemi legati alla droga. Una serata che vedrà il mitico Gianni Drudi in qualità di ospite, insieme alla dodicenne Valentina Baldelli, astro nascente della musica italiana. Una giuria di qualità sceglierà due artisti che più di altri dimostreranno originalità e talento: questa sarà presieduta dal Sindaco di Bellaria Igea Marina Enzo Ceccarelli, affiancato da tecnici del settore musicale: i due vincitori avranno accesso alle serate di semifinale che verranno trasmesse dalla piattaforma Sky tv. Ingresso Libero.
 
Ecco i cantanti in gara:
 
Amato Francesca da Pesaro
Beltrami Marco da Pieve Vergonte
Chisari Maurizio da Belpasso
Guidi    Marzia da Poggio Berni
Locoverde Chiara da Casoli
Paladini Roy da Milano
Re Nicoletta da Pesaro
Antognoli Lucia da Lucrezia di Cartoceto
 
Nella foto lo staff del Premio insieme a Gianni Drudi.

< Articolo precedente Articolo successivo >