Luned́ 25 Ottobre10:03:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Terremoto, sciame sismico in atto sul Montefeltro

Attualità Verghereto | 18:34 - 09 Giugno 2011 Terremoto, sciame sismico in atto sul Montefeltro

Hanno tutte le caratteristiche dello sciame sismico, le scosse che dallo scorso 24 maggio stanno interessando la zona del Montefeltro nella provincia di Forlì-Cesena, considerata di "pericolosità sismica medio-alta". Lo rileva l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), che fino ad oggi ha registrato in questa zona dell'Appennino romagnolo ben 640 terremoti. Si tratta di uno sciame sismico, osservano gli esperti dell'Ingv, in quanto non si è registrata una scossa principale seguita da repliche successive, ma sono avvenute tante scosse che si sono distribuite in modo casuale nel tempo. Il 90% dei 640 terremoti si è concentrato principalmente in due periodi, dal 24 al 28 maggio e dal 3 al 7 giugno. La scossa più forte, con una magnitudo di 3.7, è stata registrata alla mezzanotte del 25 maggio. "In totale - precisano gli esperti in una nota - ci sono stati 13 eventi di magnitudo superiore o uguale a 3, 70 eventi di magnitudo tra 2 e 3, tutti gli altri di magnitudo minore di 2". Molti terremoti dello sciame sono stati avvertiti dalla popolazione (come nei comuni di Bagno di Romagna, Verghereto e Santa Sofia) perché l'ipocentro da cui si sono sprigionati era "abbastanza superficiale, localizzato tra 5 e 10 chilometri di profondità". L'Ingv osserva che "l'Appennino tosco-emiliano-romagnolo è interessato spesso da sequenze sismiche delle quali è impossibile prevedere l'evoluzione e sappiamo dalla storia che in quest'area possono verificarsi anche forti terremoti", come quelli del lontano 1584 (con danni valutati fino al nono grado della scala Mercalli a San Piero in Bagno, Baroncioni, Cà di Bianchi) e del 1918 (con intensità fino all'ottavo grado della scala Mercalli e magnitudo 5.8). Per questo l'Ingv ricorda che "la zona interessata dalla sequenza sismica di questi giorni è da considerarsi a pericolosità sismica medio-alta e, di conseguenza, è stata confermata in zona sismica 2" nella mappa di pericolosità sismica.

< Articolo precedente Articolo successivo >