Luned́ 18 Ottobre04:53:45
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Monitoraggio dei tecnici dell'Arpa nell'Adriatico

Ambiente Rimini | 17:48 - 09 Giugno 2011 Monitoraggio dei tecnici dell'Arpa nell'Adriatico

Il monitoraggio eseguito questa settimana in Adriatico dai tecnici dell'Arpa, da Bagni di Volano (Ferrara) a Cattolica (Rimini), evidenzia situazioni diverse nelle tre aree. La zona da Bellaria a Cattolica registra una 'buona' qualità dell'ambiente marino costiero, con bassi valori degli indici trofici, elevata trasparenza delle acque, salinità in aumento rispetto alla scorsa settimana e temperatura, anch'essa cresciuta, che si attesta in media sui 22.8 gradi. L'area più settentrionale è ancora interessata da processi eutrofici in atto, anche se i valori di clorofilla risultano in diminuzione rispetto ai controlli precedenti; la trasparenza risulta bassa per la presenza di elevate concentrazioni microalgali appartenenti in particolare al gruppo delle Diatomee e piccole fitoflagellate che contribuiscono a conferire, alle acque, una colorazione verde-marrone. L'ossigeno disciolto rimane in generale nella norma in tutte le stazioni, tranne in limitate aree dove si registrano situazioni sul fondo tendenti all' ipossia. La qualità ambientale della zona centrale (Lido Adriano- Milano Marittima) risulta in peggioramento con i valori medi di clorofilla 'a' più elevati (24 microgrammi/litro), minore trasparenza delle acque, salinità basse, che si estendono anche al largo. Inoltre è stata rilevata la presenza nelle acque di meduse appartenenti alla specie 'Aurelia aurita', avvistate soprattutto nella zona centro-meridionale.

< Articolo precedente Articolo successivo >