Giovedý 28 Ottobre06:02:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Spett-attori alla corte degli Agostiniani

Spettacoli Rimini | 11:47 - 09 Giugno 2011 Spett-attori alla corte degli Agostiniani

Con “Universi Sensibili” si indica tutta la personale cosmogonia di  Antonio Catalano, artista/artigiano, tutte le sue esplorazioni e le  sue provocazioni tra teatro e arti visive. Da tempo Catalano, dopo  anni di presenza nel teatro italiano, teorizza e pratica l' abbandono  di ogni idea di spettacolo perseguendo invece la ricerca di incontri  artistici e poetici, momenti di festa, con “spett-attori” di ogni  età. Le sue performances vivono della labilità e  dell'indeterminatezza di cui sono costituiti gli incontri occasionali  e tendono a provocare in chi vi partecipa esperienze piene di  emozione, di poesia, di meraviglia. Il pensiero che sta alla base  degli “universi sensibili”, la ricerca della semplicità delle cose ed  anche il saper vedere la quotidianità con gli occhi  dell’immaginazione, ha avvicinato Alcantara ed il suo laboratorio  “psicosociale” a Catalano. All’interno del Laboratorio rivolto al disagio mentale, condotto da  oltre dieci anni da Damiano Scarpa, Catalano ha fatto alcune  incursioni, dalle quali sono nate micro-storie “fragili”, brevi  poesie, filastrocche, disegni, idee. Tutto il materiale raccolto ed elaborato durante l’anno, sarà  l’oggetto del “Villaggio delle case fragili”: piccole case leggere  fatte con canne e materiali naturali, trasformeranno all’ora del  tramonto di sabato 11 giugno (a partire dalle ore 18), la corte del  Complesso degli Agostiniani (via Cairoli, 44). Il pubblico, guidato da Catalano e dalla musica eseguita dal vivo da  Alberto Delle Piane, visiterà il villaggio e ne conoscerà gli  abitanti: un evento unico, omaggio alle cose semplici, alla sincerità.Interpreti sono Antonio Catalano, Alesando Astolfi, Andrea  Battistini, Roberto Benetti, Silvia Cicchetti, Roberto Costanzi,  lessandra Di Pasca, Ilaria Ercolani, Ivan Leurini, Laura Lima,  Domenico Manaõ, Massimiliano Pappalardo, Davide Rossi e Alessandra  Cevoli, Tiziana Colinucci, Elena Manenti ed Elena Sparaventi. La  regia è di Alberto Catalano.

< Articolo precedente Articolo successivo >