Venerd́ 15 Ottobre21:39:30
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Triangolo a luci rosse con ricatto: in manette una riminese e una russa

Cronaca Rimini | 08:59 - 09 Giugno 2011 Triangolo a luci rosse con ricatto: in manette una riminese e una russa

Un'indagine lampo della squadra mobile ha fatto scattare le manette per due giovani "ricattatrici" di 28 e 25 anni. Le due donne, una riminese e una giovane russa, avevano perpetrato ai danni di un ex collega della riminese, un  ricatto con estorsione dopo il mènage a trois che li aveva visti protagonisti. L'uomo, straniero 30enne, che abita e lavora a San Marino, dipendente nella ditta del padre della sua compagna, ha iniziato a flirtare con una collega, la giovane riminese, ma temendo di essere scoperti, hanno deciso di vedersi di nascosto fuori dall'orario di lavoro. La 28enne perde l'impiego, per fatti non legati alla relazione iniziata clandestinamente, ma i due continuano ad incontrarsi. In uno di questi appuntamenti, la donna porta con lei un'amica, la russa 25enne appunto, e la cosa certo non turba il "malcapitato": infatti durante la serata le due pensano bene di "immortalarlo" in foto e video hard col telefonino. Da qui inizia il calvario: le due cominciano a ricattarlo e ad estorcergli denaro, con la minaccia di portare le prove del tradimento a suocero e compagna. Il 33enne decide così di denunciare le donne che sono state arrestate in flagranza mentre accettavano dalla loro vittima l'ennesima tranche di denaro pretesa. Probabilmente avrebbero continuato ancora, spalleggiate anche dal fidanzato della donna riminese, loro complice. Previsto per la giornata di oggi l'interrogatorio alle due aguzzine.

< Articolo precedente Articolo successivo >