Mercoledė 20 Ottobre20:21:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Architettura del ventennio in mostra

Cultura Nazionale | 11:55 - 03 Giugno 2011 Architettura del ventennio in mostra

128 pagine per raccontare la storia di decine di edifici risalenti al ventennio fascista compresi tra Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì Cesena e Rimini: è la pubblicazione “L'architettura del Ventennio” realizzata da Legambiente che verrà presentata mercoledì prossimo a Bologna nell'ambito del convegno “Turismo, valorizzazione dei beni culturali e rilancio della città”
Riscoprire la città storica, recuperare l'identità dei luoghi è un ottimo strumento per coinvolgere i cittadini nel ripensamento della città in cui vivono, per renderla più vivibile e partecipata. Il convegno sarà un'occasione per discutere assieme ad esperti e addetti ai lavori come il turismo e la valorizzazione dei beni culturali della città possono rappresentare un'occasione di rilancio che trasformi i tanti, troppi “non luoghi” delle nostre città in spazi visibili, luoghi di incontri e di scambio.
Tra gli edifici presi in esame dalla guida si possono citare la Colonia Agip di Cesenatico, uno dei più rappresentativi edifici dell’epoca che continua tuttora ad avere la stessa destinazione d’uso originaria, oppure la Colonia Varese di Cervia (di proprietà della Regione, in totale abbandono), la Facoltà di Ingegneria di Bologna (opera dell'architetto Vaccaro) e lo stadio Dall'Ara, così come le scuole Alda Costa a Ferrara e Piazza Caduti della Libertà (già piazza Littoria) a Ravenna.
“C’è da accettare il fatto che anche gli edifici del Fascio - ha spiegato l’Architetto Gianfranco Casadei - anche quando non possono ambire ad una purezza stilistica e formale da libro di storia dell’arte, sono ormai sulla strada per divenire presenze consolidate e nobilitate dallo scorrere del tempo, ovvero in via di purificarsi dal nesso storico che li lega alle circostanze della loro origine”.

< Articolo precedente Articolo successivo >