Giovedý 21 Ottobre01:26:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Simoncelli 'scortato' al circuito del Montmelo'

Sport Nazionale | 17:28 - 02 Giugno 2011 Simoncelli 'scortato' al circuito del Montmelo'

Marco Simoncelli - il pilota del Team Gresini che ha ricevuto minacce di morte da sedicenti tifosi di Dani Pedrosa nei giorni precedenti il GP della Catalogna - è arrivato al circuito del Montmelò scortato da due agenti della polizia. "Sono con due persone - ha detto Simoncelli - che mi seguono dovunque vada. Si vede che sono diventato importante... Ma a parte gli scherzi non è una cosa a cui sono abituato e se sono qui con la polizia, a temere per la mia sicurezza, questo non è più sport".  Il pilota della Honda, dopo l'incidente di Le Mans, si è detto pentito del suo comportamento. "Mi sono reso conto dell'errore che ho fatto - ha riferito Simoncelli dopo essere stato convocato dalla Direzione di gara a Barcellona (13 giorni dopo il fatto) - in effetti non ho lasciato molto spazio a Pedrosa, che poi è caduto. Quello che mi dispiace di più è che Pedrosa si sia fatto male e che non possa gareggiare. Dani non solo è un pilota corretto ma anche una gran bella persona".     
Riguardo alla convocazione in Direzione gara, c'è da rilevare il ritardo dell'organo di controllo nel voler parlare con il pilota, un tempo così lungo che ha dato adito a polemiche.
"Io vorrei anche smettere di parlare di questo episodio - ha detto Simoncelli - e concentrarmi sulla gara di questo weekend. In Direzione gara mi hanno chiesto solo se avevo capito il perchè della penalizzazione - il 'ride through' scontato in gara - e del richiamo. Io ho capito tutto, quello che ancora non capisco è il perchè Lorenzo e gli altri piloti siano andati a lamentarsi di me prima della gara di Le Mans in commissione sicurezza".
"Comunque adesso voglio solo pensare a salire sul podio, magari a vincere, qui potrebbe essere il posto giusto nonostante tutto", ha concluso il pilota romagnolo.

< Articolo precedente Articolo successivo >