Domenica 24 Ottobre08:36:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Scassinatori d'auto arrestati grazie all'intervento di un cittadino e una guardia giurata.

Cronaca Rimini | 14:23 - 01 Giugno 2011 Scassinatori d'auto arrestati grazie all'intervento di un cittadino e una guardia giurata.

Stavano facendo filotto tentando di rubare nelle auto parcheggiate lungo la via quando un riminese, tornando a casa, eroicamente li scopre e tenta di bloccarne la fuga, creando anche un pubblico di curiosi attirati dal rumore.
E' quanto è successo nella notte del primo giugno, attorno le 2, in via Ghinelli a Rivazzurra. Il cittadino riminese stava tornando a casa con la sua auto quando, dirigendosi verso l'entrata del proprio garage, non ha potuto non notare un furgone stranamente parcheggiato al lato della strada. Dentro c'erano 2 individui dal fare che ha insospettito l'uomo e l'ha indotto a capire cosa ci fosse dietro. Scendendo dall'auto, infatti, subito l'avvistamento di un altro uomo all'interno di una Fiat Punto. Il riminese si avvicina e nota che l'uomo stava rovistando nel cruscotto. Allora tenta di chiedergli cosa stesse facendo ma questo velocemente inizia a correre verso il furgone notato in precedenza. Il cittadino, per evitare la fuga dei malintenzionati e leggere la loro targa, si è piazzato dietro il veicolo. Un prode gesto che però non ha scoraggiato i tre che, inserita la retromarcia, non si sarebbero fatti alcuno scrupolo nell'investirlo. Il cittadino eroe è stato costretto a scansarsi all'ultimo secondo, realizzando che l'autocarro non si sarebbe fermato. A fermarlo invece, dopo l'urto di una Opel parcheggiata, è stato l'arrivo di una guardia giurata della Coopservice, attiarata dal caos, che ha bloccato con la propria auto il furgone fino all'arrivo della polizia, avvenuto poco dopo.  I tre, pregiudicati, M.V., barese di 30 anni, L.R., barese di 31 anni e M.F., rumeno ventiquattrenne, sono stati arrestati per tentato furto aggravato in concorso e il rumeno denunciato anche per guida senza patente. A questo si aggiunge la denuncia per stato di libertà per ricettazione in concorso, in quanto l'autocarro, un Fiat Iveco, risultava rubato il 30 maggio a Bari.
Sul mezzo sono stati trovati e sequestrati un autoradio, un cellulare, degli occhiali da sole, cd e monili risultati non appartenere ai tre, mentre nella Fiat punto sono stati ritrovati arnesi dimenticati dal ladro, che prima aveva scassinato anche una Matiz, parcheggiata lungo la via.

< Articolo precedente Articolo successivo >