Giovedý 28 Ottobre07:29:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ville e piscine abusivi nella morsa delle Fiamme Gialle

Cronaca Coriano | 09:28 - 01 Giugno 2011 Ville e piscine abusivi nella morsa delle Fiamme Gialle

Violazioni edilizie e distruzione o deturpamento di bellezze naturali: queste solo alcune delle denunce scattate per il proprietario di una villa di Coriano, sottoposta a controlli da parte della Guardia di Finanza.
I controlli in questione vengono detti "Cete" (controllo economico del territorio), avvengono ad opera dei finanzieri della Sezione aerea del reparto operativo aeronavale, che sorvolano zone precise con elicotteri per scovare situazioni di abusivismo, soprattutto di ville e immobili di lusso. In collaborazione con l'Agenzia delle Entrate, le Fiamme Gialle hanno aperto un fascicolo  riguardante una villa di Coriano trovata in condizioni di illiceità notevoli. Oltre alla piscina abusiva, il proprietario aveva creato da una collinetta, un garage dove sostare i suoi mezzi da lavoro e le auto e una strada, costruita anche questa senza permessi, nel mezzo del campo agricolo che si immette nella via di fianco, con un secondo accesso all'abitazione. Il solaio era diventato una taverna con copertura, anche questa abusiva. Le violazioni riscontrate rischiano di costargli caro: le pene vanno dall’arresto fino a due anni e ammende che partono da 10mila euro e arrivano fino a 103mila, arresto fino a due anni e la denuncia anche per falsità ideologica, avendo dichiarato uno stato di fatto diverso da quello reale. Il tutto potrà solo che peggiorare se dai controlli dell'Agenzia delle Entrate risulteranno altre irregolarità a carico del proprietario della villa.

< Articolo precedente Articolo successivo >