Domenica 24 Ottobre14:06:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tappa riccionese per i ciclisti 'patrioti'

Sport Riccione | 14:06 - 30 Maggio 2011 Tappa riccionese per i ciclisti 'patrioti'

Ha fatto tappa a Riccione la pattuglia di cinque ciclisti trentini, di Pergine Valsugana per la precisione, partiti qualche giorno fa per un lungo itinerario patriottico e sportivo che unirà simbolicamente tutte le regioni d’Italia. “Cercavamo un modo originale e sportivo per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia – racconta Dante Riccamboni, uno dei cinque – e così una sera al bar abbiamo deciso di unire tutte le regioni italiane con un Giro d’Italia in bicicletta da corsa, la nostra passione di sempre”.

Il drappello dei valorosi ciclo-patrioti trentini (oltre al portavoce Dante Ricamboni: Luciano Margoni, Mariano Anderle, Claudio Imoscopi e Giuseppe Broilo), partito il 26 maggio scorso dalla piazza di Bezzecca (da cui Garibaldi, il 9 agosto 1866, inviò al Re Vittorio Emanuele II il famoso telegramma “Obbedisco”, in ossequio all’ordine di ritirare tutte le sue truppe dal Trentino dopo l’armistizio tra Italia e Austria) percorrerà 2300 chilometri in 17 tappe. . Ogni località sede di tappa provvede all’ospitalità per la cena e la notte. Riccione ha risposto offrendo la disponibilità dei Bike Hotels, il gruppo alberghiero vocato al cicloturismo. Ad accogliere i cinque ciclo patrioti trentini al loro arrivo nella Perla Verde, sabato scorso alle 18, c’era il Vicesindaco Lanfranco Francolini, con un scorta di due agenti di polizia municipale, anche loro in bicicletta. L’incontro, e relativa foto ricordo, si è svolto al Palazzo del Turismo e si è concluso con la firma in originale del gagliardetto che verrà consegnato tra qualche giorno, nella tappa di Roma, al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e al Sindaco della Capitale Gianni Alemanno. Lungo il suo itinerario, il Giro in bici del 150esimo toccherà tutte le regioni d’Italia, isole comprese, fermandosi in città di chiara fama risorgimentale quali Calatafimi e Marsala. L’arrivo è previsto per l’11 giugno a Torino.

< Articolo precedente Articolo successivo >