Lunedý 18 Ottobre04:54:45
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, Vendola sostiene Andrea Gnassi

Attualità Rimini | 17:52 - 27 Maggio 2011 Rimini, Vendola sostiene Andrea Gnassi

"Oggi il popolo della sinistra non può che essere compatto contro la Lega e insieme a Gnassi". Ora si deve puntare a "vincere" e poi, da lunedì, "dovremo fare i conti con le ragioni di chi ci ha criticato, con i grillini, ma quelle ragioni non possono superare la posta in gioco". Sono chiare le parole del presidente della regione Puglia, e leader di Sel, Nichi Vendola che, in un incontro elettorale a sostegno di Andrea Gnassi, candidato sindaco di Rimini del centrosinistra, si smarca così dal suo candidato al primo turno, Fabio Pazzaglia. Quella di Rimini, ha osservato riferendosi alla decisione di Pazzaglia di non apparentarsi al ballottaggio con il centrosinistra e alla lettera di alcuni sostenitori di Pazzaglia delusi dalla sua visita a sostegno di Gnassi, "é una polemica provinciale, sbagliata. Io sono leader di un partito e del centrosinistra - ha osservato Vendola -: oggi i miei, il popolo della sinistra non può che essere compatto contro la Lega e insieme a Gnassi". Ad ogni modo, ha sottolineato il numero uno di Sel, "lascio assoluta libertà di analisi e scelta politica ai gruppi locali. Io - ha scandito - non sono un boss né Bossi, non comando da Roma su tutto il territorio, non ho un governo telepatico e i gruppi dirigenti locali conoscono la storia del territorio e fanno le loro scelte. Ma - ha ammonito - sbaglierebbero, oggi, se non capissero quanto è importante schierarsi con il centrosinistra. La buona politica - ha puntualizzato ancora comincia dal mettere da parte il risentimento e far vincere i sentimenti". Soprattutto, ha chiosato, in una "città cosmopolita" che non può finire in mano a una "Lega retrograda" che vuole "spostare i ministeri ovunque, quegli stessi ministeri che ha sempre definito carrozzoni".

< Articolo precedente Articolo successivo >