Mercoledý 08 Aprile03:52:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Alla Clinica Villa Maria le diagnosi viaggiano in wireless

Sanità Rimini | 16:54 - 13 Maggio 2011

La Clinica Villa Maria di Rimini è in fase di rinnovamento. Previsto un ampliamento che prevederà 4 nuove sale operatorie di ultima generazione e l'acquisto di una serie di macchinari innovativi che comprenderanno l'utilizzo di tecnologie wireless. Nella mattinata di venerdì 13 maggio è stato presentato il funzionamento simulato dei nuovi impianti del Reparto di Radiologia. Dalla lastra si passa al digitale, con un impatto ambientale meno invasivo e con una notevole diminuzione di radiazioni per i pazienti.

Comunicato stampa:

Rimini, 13 maggio 2011 –  Radiologia digitale diretta Wireless DRX1 Kodak Carestream e informatizzazione con il sistema Ris-Pacs. Presentati questa mattina presso l’Ospedale Villa Maria le ultime novità del Reparto di Diagnostica per Immagini ora aperto anche tutti i pomeriggi dal lunedì al sabato. “Con queste ulteriori innovazioni – ha dichiarato il Direttore Generale di Villa Maria il Dott. Gualtiero Antola – la Casa di Cura completa un percorso triennale  iniziato nel 2008 e caratterizzato da investimenti nella diagnostica per immagini pari a 1,5 milioni di euro di cui 400 mila nell’anno in corso. E’ nostra ferma convinzione che solo con un costante rinnovamento tecnologico è possibile dare una buona risposta ai quesiti sanitari sempre più complessi.”

La radiologia digitale – ha dichiarato  il Dott. Roberto Meco, Responsabile Radiologia Diagnostica Villa Maria nel corso della presentazione - offre numerosi vantaggi. In primo luogo consente la riduzione del 50 per cento della dose radiante assorbita dal paziente. Quest’ultimo esegue l’esame in totale confort in un tempo dimezzato rispetto alle attrezzature tradizionali. Si tratta di un’apparecchiatura che risulta particolarmente efficiente nei pazienti recentemente sottoposti ad intervento chirurgico ortopedico protesico sui cui è possibile eseguire l’esame a letto”.

Le immagini saranno gestite tramite il sistema RIS-PACS (Radiology Information System e Picture Archive Communication System). Rispetto a quella eseguita con modalità tradizionale analogica con la lastra in negativo, l'immagine arriva direttamente sullo schermo dei computer degli operatori. Tramite il sistema la stessa potrà agevolmente essere archiviata, consultata e trasferita verso l’esterno o a favore di altri reparti e delle sale operatorie collegate con il Protocollo Dicom di standard internazionale. Notevole anche la riduzione dell’impatto ambientale. Il digitale riduce l’utilizzo della lastra tradizionale che per lo sviluppo necessita di differenti liquidi tossici e sostanze chimiche.

Le principali tappe dell’innovazione tecnologica
I casi trattati dalla Diagnostica per Immagini di Villa Maria sono passati da 18.088 nel 2008 a 27.300 al 31 dicembre 2010 segnando un + 50%. Queste le principali tappe dello sviluppo.

2008 - Risonanza Magnetica - Impianto General Electric
2009 - Ecografo di alta gamma: General Electric “Logic 6”
2010 - Ecografo di altissima gamma: Siemens “Sonoline Antares”, Densitometro Osseo Hologic Italy Total Body “QDR Discovery Wi”, Fluoroscopio per gli interventi ortopedici
2011 - Digitale diretto Wireless DRX1 – Kodak Carestream - Ecografo di alta fascia Siemens “Acuson X300” Installazione del sistema gestionale RIS- PACS

Dati dalla Relazione di Bilancio 2010
La Casa di Cura “Villa Maria” Spa ha chiuso l’Esercizio 2010 con ricavi pari a 16,68 milioni di euro, con un incremento rispetto all’esercizio precedente del 4,44% ed ottenuto in via definitiva l’accreditamento con Delibera Regionale n.34 del 04/03/2011 e la Certificazione di Qualità conforme ai requisiti della norma ISO 9001:2008. Al 31 dicembre 2010 a Villa Maria erano in forza 97 dipendenti (55 femmine e 42 maschi) con una età media di 44,77 anni e con un’anzianità media di 10,41 anni. Su 97 dipendenti 92 sono assunti a tempo indeterminato mentre 5 a tempo determinato. Nel corso del 2010 sono stati assunti 15 dipendenti e dimessi 16. I posti letto accreditati sono 120. Fuori regione i ricavi per ricoveri di pazienti provenienti da altre Regioni al di fuori della Regione Marche sono stati pari a 2,38 milioni di euro con un incremento del 41,75% rispetto all’esercizio precedente.

Nella foto Gualtiero Antola direttore generale clinica Villa Maria di Rimini