Giovedý 23 Marzo00:40:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, Legacoop Romagna incontra il Sindaco: "Necessario superare logiche campanilistiche"

Lucchi: 'Da parte nostra non mancheremo di avanzare proposte concrete'

Attualità Rimini | 13:40 - 09 Marzo 2023 da sn: Benedetti, Gianni, Lucchi, Sadegholvaad, Protti, Magrini da sn: Benedetti, Gianni, Lucchi, Sadegholvaad, Protti, Magrini.

Rimini è una città che è cresciuta moltissimo negli ultimi anni e che, anche grazie al ruolo di capofila che gioca nel piano strategico di Romagna Next, può svolgere un ruolo trainante nella costruzione di un nuovo assetto istituzionale di area vasta. Sulla base di queste premesse si è svolto a Rimini l’incontro tra il Sindaco Jamil Sadegholvaad, accompagnato dall’assessore Juri Magrini, e una delegazione composta dal presidente di Legacoop Romagna Paolo Lucchi, dalla vicepresidente Giorgia Gianni, dalla coordinatrice provinciale Federica Protti e dalla coordinatrice delle attività sindacali Simona Benedetti.

Sul tavolo la necessità di superare le logiche campanilistiche sulla base di progetti concreti, ma anche temi strategici dall’adeguamento dei salari al costo della vita, l’utilizzo dei fondi del PNRR, l’assetto istituzionale di area vasta, la programmazione della sanità territoriale e dei servizi socio-sanitari e il rafforzamento infrastrutturale del territorio. 

«Rimini è una città in profonda trasformazione — dice Paolo Lucchi — che sta portando avanti un metodo di lavoro che condividiamo, per rafforzare la competitività del territorio e rispondere in maniera unitaria alle sfide che ci attendono, da quella energetica a quella delle infrastrutture. A maggio, quando saranno presentati i risultati di Romagna Next, sarà un’occasione importante per discutere su come i Sindaci e le istituzioni vogliono impostare il ragionamento legato alla Romagna. Da parte nostra non mancheremo di avanzare proposte concrete».

Legacoop in Romagna rappresenta circa 380 imprese associate con un valore della produzione di oltre 6 miliardi di euro, oltre 300mila socie e soci (incluse tutte le tipologie: lavoro, produzione, consumo) e circa 24mila lavoratori e lavoratrici. Nel riminese associa realtà cooperative importanti in particolare nel campo delle costruzioni, del sociale, del consumo, del settore turistico e del dettaglio.

< Articolo precedente Articolo successivo >