Mercoledý 22 Marzo23:47:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rinvio della riqualificazione dell'ex Questura a Rimini

La proprietà vuole costruire nell'area anche un supermercato, ma il Comune ribadisce: 'No cambio destinazione d'uso'

Attualità Rimini | 13:21 - 01 Marzo 2023 Ex Questura Rimini Ex Questura Rimini.


L'amministrazione comunale di Rimini non modifica la propria posizione e per la riqualificazione del comparto dell'ex nuova Questura, lo stabile di via Ugo Bassi, rinvia tutto all'approvazione del Piano Urbanistico Generale. Come noto Ariminum Sviluppo Immobiliare, che ha acquisito la proprietà dell'area, ha presentato un progetto diviso in due fasi: prima la demolizione del fabbricato che doveva ospitare la Questura e la costruzione di un supermercato. La seconda fase prevede la nascita di un vero e proprio nuovo quartiere verde, con abitazioni, un asilo, biblioteca e spazio per pubblici esercizi. Propedeutica, per la seconda fase, l'approvazione di un Accordo di Programma con Regione, Comune e Acer.

Le criticità sono due, una per fase. Nel primo caso il problema è il cambio della destinazione d'uso. Questo perché, precisano da palazzo Garampi, "il Regolamento Urbanistico Edilizio vigente consente esclusivamente il mutamento della destinazione d'uso all'interno della stessa categoria funzionale. Nel caso specifico sono ammissibili solo i mutamenti ascrivibili al raggruppamento funzionale-direzionale".  

Per ciò che concerne la seconda fase, in merito alla richiesta di partecipazione all'accordo di programma con Acer e Regione legata al Piers, l'amministrazione comunale evidenzia: "Pur essendo previsto dalla legge regionale l'eventuale coinvolgimento dei privati, la proposta non possiede l'obbiettivo previsto dalla legge, ovvero  coordinare la realizzazione di interventi di rilevante interesse pubblico che non potrebbero essere eseguiti dalle amministrazioni in autonomia". L'amministrazione comunale cita "il mutato contesto urbanistico determinato dalla dismissione della Caserma Giulio Cesare", che diventerà la nuova Cittadella della sicurezza, ma anche "il ruolo dello stadio Romeo Neri", per il quale l'amministrazione promuoverà "un progetto di riqualificazione e modernizzazione".

L'amministrazione comunale - chiosano da Palazzo Garampi - "ha quindi valutato di promuovere la rigenerazione complessiva dell'area, tenendo conto anche delle istanze presentate dai cittadini nel percorso di partecipazione attivato con il bando Piers, all'interno del percorso di formazione del nuovo Pug, in modo da affrontare la pianificazione di un'area così strategica all'interno della pianificazione generale per coniugare in maniera più organica gli interessi pubblici e le aspettative dei privati".



< Articolo precedente Articolo successivo >