Giovedý 23 Marzo00:21:26
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

'Ocean Viking’ sbarca a Ravenna: due migranti accolti a Rimini

Decise le destinazioni dell'accoglienza per 'persone stremate'

Attualità Rimini | 10:37 - 18 Febbraio 2023 Ocean Viking Ocean Viking.

La macchina organizzativa per l'accoglienza a Ravenna degli 84 naufraghi, tra cui 58 minori, recuperati in mare dalla Ocean Viking lavora a pieno ritmo.
Intorno alle 8 di questa mattina la nave della ong Sos Mediterranee procedeva con rotta 315 Nord-Ovest alla velocità di otto nodi e si trovava a circa 18 miglia nautiche a nord-est di Vieste in Puglia e a 230 miglia da Ravenna. Al momento l'arrivo confermato per domani sabato 18 febbraio alle 12.

Al terminal crociere di Porto Corsini, informa la Prefettura di Ravenna, sono in corso tutte le operazioni di allestimento dei vari settori, sanitario, ristoro e vestiario, servizi sociali e adempimenti di polizia. Domani saranno in campo 263 operatori, tra Forze di Polizia, 120 tra Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato e Polizia locale; volontari della Protezione civile, 48; Ausl, Vigili del Fuoco, 118, Capitaneria di porto e Caritas. Un volta terminate le operazioni di sbarco, screening sanitario e di polizia, 20 dei 26 adulti saranno accompagnati al Centro Mattei di Bologna per essere poi distribuiti nei vari Cas gestiti dalle Prefetture; sette a Bologna, sei a Modena, tre a Parma, due a Piacenza e due a Reggio Emilia. I restanti sei saranno accompagnati due a Ferrara, due a Forlì-Cesena e due a Rimini. Per quanto riguarda i 58 minori non accompagnati, 28 saranno temporaneamente ospitati, in attesa di essere collocati nella rete Sai, dlla Fondazione il Villaggio del fanciullo, ex Villa Nina a Longana di Ravenna; altri tre nella rete Sai del Comune di Ravenna e i rimanenti 12 alla cooperativa sociale Il Solco. I restanti 15, su disposizione del Viminale, verranno accompagnati ad Alessandria in un Cas minori.

L'Emilia-Romagna si conferma "terra aperta e solidale", sottolinea la vicepresidente della Regione Irene Priolo, che nel tardo pomeriggio di ieri ha partecipato, insieme al collega al Welfare Igor Taruffi, a una nuova riunione in Prefettura a Ravenna: "Accoglie persone in fuga da guerre, persecuzioni, violenze e, come in questo caso, stremate da giorni di navigazione". A Porto Corsini domani ci sarà il presidente Stefano Bonaccini e subito dopo essere stati informati del secondo arrivo dopo quello del 31 dicembre scorso, Viale Aldo Moro ha riattivato la rete organizzativa, "grazie anche al lavoro di squadra delle istituzioni e dell'intero sistema regionale". L'Emilia-Romagna, ribdisce Priolo, "anche questa volta non si risparmierà mettendo a disposizione le migliori energie", ma restano "le perplessità di una scelta che impone, come ha sottolineato anche il sindaco Michele De Pascale, a persone già stremate di compiere un ulteriore, lunghissimo e inutile tragitto".

< Articolo precedente Articolo successivo >