Mercoledý 22 Marzo23:46:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo, dieci nuovi erogatori d'acqua nelle scuole primarie

Si stima un risparmio di circa 190.000 bottiglie di plastica

Attualità Santarcangelo di Romagna | 13:42 - 28 Gennaio 2023 Santarcangelo, dieci nuovi erogatori d'acqua nelle scuole primarie



Dieci nuovi erogatori d’acqua potabile per oltre 900 alunni delle scuole primarie di Santarcangelo, con un risparmio stimato equivalente a quasi 190mila bottiglie in plastica all’anno: questi gli elementi principali del progetto dell’Amministrazione comunale che si è aggiudicato i contributi assegnati da Atersir per iniziative di riduzione della produzione dei rifiuti.

Arrivato in seconda posizione nella graduatoria regionale del bando promosso dall’Agenzia territoriale dell’Emilia-Romagna per i servizi idrici e i rifiuti – su 46 richieste pervenute da enti comunali e sovracomunali – il progetto dal titolo “L’acqua per i piccoli” prevede di dotare tutte le scuole primarie di Santarcangelo di erogatori d’acqua per favorire sin dall’infanzia uno stile di vita improntato alla sostenibilità e alla riduzione di sprechi e rifiuti, con particolare attenzione alla riduzione del consumo di plastica monouso.

Poco più di 22mila euro il costo previsto per l’intervento – finanziato per il 55% da Atersir – che vedrà l’installazione di dieci erogatori nelle scuole primarie della città (cinque alla Pascucci, due alla Ricci, uno alla Marino della Pasqua, Giovanni XXIII e Fratelli Cervi), consentendo agli alunni di ricaricare gratuitamente le loro borracce con acqua filtrata e controllata. I dieci distributori consentiranno un risparmio annuo equivalente a 186.864 bottiglie in plastica monouso da mezzo litro, per un totale di 1,87 tonnellate di plastica risparmiati, a cui si aggiunge anche una sensibile diminuzione delle emissioni CO2 causate dal trasporto dei materiali. Oltre alla promozione della sostenibilità ambientale, i vantaggi riguarderanno anche le famiglie, che risparmieranno il costo per l’acquisto dell’acqua. L’installazione degli erogatori è programmata nell’estate 2023 per non interferire con lo svolgimento delle lezioni.

< Articolo precedente Articolo successivo >