Sabato 28 Gennaio19:10:26
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Allerta meteo per neve sul riminese, esclusa la costa. Maltempo prolungato per diversi giorni

L'analisi di Federico Antonioli (Centro Meteo Emilia Romagna): 'Da monitorare lunedì 23 gennaio'

Attualità Rimini | 16:19 - 18 Gennaio 2023 Perticara sotto la neve ARCHIVIO Perticara sotto la neve ARCHIVIO.


Le piogge di martedì e mercoledì (17-18 gennaio) sono state l'antipasto di una fase di
maltempo che coinvolge il nostro territorio e che da domani (giovedì 19 gennaio) porterà un calo termico e il ritorno della neve a quote medio-basse. L'inverno sostanzialmente si farà sentire, come conferma Federico Antonioli di Centro Meteo Emilia Romagna.

Federico, domani (giovedì 19 gennaio) tornerà la neve. Come si svilupperà il maltempo in questa giornata?
"Inizialmente saranno più coinvolti i settori emiliani con nevicate possibili fin sulle aree dell'alta pianura dal piacentino al bolognese, poi tra pomeriggio e sera verrà coinvolta anche la Romagna, e quindi anche il riminese, con quota neve in calo fin sui 300-400 metri. Le precipitazioni tenderanno poi ad intensificarsi dalla tarda serata, potendo assumere anche carattere di rovescio con temporanei episodi nevosi fino a fondovalle. Più difficile il coinvolgimento della pianura e delle aree costiere, almeno per quanto riguarda il riminese. Qui saranno probabili piogge sparse, a carattere di rovescio e possibili episodi di pioggia mista a neve solo durante i fenomeni più intensi. Ricordo che gli enti preposti hanno emesso un'allerta gialla per neve valida anche per il riminese ad esclusione della fascia costiera".

Venerdì invece cosa dobbiamo aspettarci? Neve a che quote? 
"Venerdì avremo precipitazioni sparse nella notte, in temporanea attenuazione, che potranno risultare nevose fin sui 200-300 metri, con episodi di pioggia mista a neve fin sui fondovalle e meno probabili pianura e costa. Successivamente si prevede una pausa asciutta e il rinforzo della ventilazione di Bora che determinerà un rialzo termico specie sulle aree costiere e nevicate sulle colline oltre i 400 metri. Insomma, le probabilità di vedere neve fin sulla costa sono ridotte, mentre sulla pianura riminese al più limitate a un piccolo arco temporale nella notte di venerdì, senza determinare accumuli significativi. Sulle aree collinari possibili complessivamente fino a 5-10 cm di neve a fine evento e fino a 20-30 sulle aree appenniniche". 

Ne parleremo nel prossimo bollettino che sarà pubblicato su altarimini.it proprio venerdì (20 gennaio), ma ci aspetta un altro weekend perturbato e ancora con neve a quote basse. "Una circolazione depressionaria manterrà condizioni di tempo perturbato con precipitazioni sparse sabato e domenica, nevose sulle aree appenniniche e collinari fino a quote di 300-500 metri. I fenomeni saranno generalmente in ingresso dal mare e in evoluzione verso l'entroterra, con gli accumuli più consistenti sulle montagne mentre altrove risulteranno più sparse e deboli, con possibili piogge tra pianura e costa". 

Il maltempo sembra destinato a durare anche all'inizio della prossima settimana, poi un leggero rialzo termico che farà alzare la quota neve: è questo che ci attende?
"Sembra di sì, l'inizio di settimana sarà ancora instabile con precipitazioni sparse e nevose anche a quote molto basse. E' presto per fornire dei dettagli, ma sembra che lunedì sia la giornata con maggior probabilità di registrare nevicate anche sui fondovalle ed episodi di neve mista a pioggia altrove, se questo fosse confermato dai prossimi aggiornamenti della modellistica, che attualmente vede uno zero termico attorno a 200-300 metri. Ma ci tengo a ricordare che la previsione di neve è piuttosto complessa e può subire importanti cambiamenti anche nell'arco di 48 ore". 
 
Focus neve 



< Articolo precedente Articolo successivo >