Martedý 07 Febbraio21:56:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coriano celebra la Giornata della Memoria con proiezioni e una mostra

Dal 25 gennaio sarà allestita la mostra '1938 Ma che razza di stampa!'

Attualità Coriano | 12:19 - 18 Gennaio 2023 Ingresso del Municipio di Coriano Ingresso del Municipio di Coriano.

Una mostra e due proiezioni cinematografiche per celebrare a Coriano la Giornata della Memoria, ricorrenza internazionale che il 27 gennaio di ogni anno ricorda la Shoah a commemorazione delle vittime dell'Olocausto.

Dal 25 gennaio sarà allestita la mostra della sezione A.N.P.I. F.lli Ciavatti di Coriano, con il patrocinio dell'amministrazione comunale, "1938 Ma che razza di stampa!".

I materiali esposti provenienti dalla collezione privata del Libraio Editore Giovanni Luisè, consistono in documenti, immagini, manifesti e giornali pubblicati tra il 1938 e il 1944. La mostra inaugurata il 25 gennaio alle 17.30 in Sala Isotta, via Garibaldi 127, dall'On.Emanuele Fiano, scrittore, architetto, già deputato e presidente della Comunità Ebraica Milanese, sarà aperta fino a venerdì 27 gennaio con i seguenti orari: mercoledì 25 gennaio dalle 17.30 alle 19.00, giovedì 26 gennaio dalle 15.00 alle 18.00, venerdì 27 gennaio dalle 8.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

Oltre alla mostra, per la giornata del 27 gennaio è previsto alle ore 9.00 un matineè al teatro CorTe dedicato agli studenti con la proiezione della pellicola cinematografica "La vita è bella" diretto e interpretato da Roberto Benigni.

Il film, vincitore di tre Premi Oscar e migliore colonna sonora di Nicola Piovani, vede protagonista Guido Orefice, uomo ebreo ilare e giocoso, che deportato insieme alla sua famiglia in un lager nazista cercherà di proteggere il figlio dagli orrori dell'Olocausto, facendogli credere che tutto ciò che vedono sia parte di un fantastico gioco in cui dovranno affrontare prove durissime.

Alla sera del 27 gennaio seguirà un altro appuntamento, in Sala Isotta, alle ore 21.00, con la visione della celebre pellicola "Schindler's List". Ispirata al romanzo La Lista di Schindler di Thomas Keneally e basata sulla storia vera di Oskar Schindler, la pellicola permise a Steven Spielberg di ottenere 12 nomination agli Oscar, vincendo 7 statuette tra cui quelle per il miglior film e la migliore regia. 

< Articolo precedente Articolo successivo >