Marted́ 07 Febbraio09:47:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ubriaco entra violentemente in casa della sorella, poi attacca i Carabinieri: arrestato

Sono state le urla della donna ad attirare l'attenzione del vicinato

Cronaca Rimini | 14:21 - 11 Gennaio 2023 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Sono state le urla provenienti da un appartamento di Rimini a far scattare da parte dei vicini la segnalazione ai Carabinieri di un'accesa lite che si stava consumando nella serata di martedì 10 gennaio. Un 36enne straniero,  già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia, si era introdotto violentemente nell'abitazione della sorella scalciando con forza il portone d'ingresso e aggredendo i parenti. All'arrivo dei Carabinieri di Rimini, questi hanno trovato la donna assieme al figlio in evidente stato di agitazione, visibilmente impauriti dal presunto aggressore, apparso fin da subito come ubriaco. A questo punto l'uomo ha assunto nei confronti dei militari un atteggiamento molto violento, non esitando ad aggredirli anche con calci, pugni e spinte. I Carabinieri, dopo la collutazione, sono riusciti ad immobilizzarlo per poi condurlo in caserma per procedere al suo arresto, vista la flagranza di reato. Arrestato per violazione di domicilio e percosse, l'uomo è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Rimini. Questa mattina è comparso davanti al giudice del Tribunale di Rimini per la direttissima, che ne ha convalidato l’arresto disponendo a carico dell’imputato la misura cautelare dell’obbligo di firma. Rinviato a febbraio il processo a suo carico per consentire l’esercizo dei termini a difesa.

< Articolo precedente Articolo successivo >