Martedý 07 Febbraio09:00:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, comune mette a disposizione gratis gli spazi per le attività dell'associazioni no profit

Per 31 realtà del nostro territorio, compresi i Ci.Vi.VO, c'è un risparmio totale di 110.000 euro l'anno

Attualità Rimini | 13:42 - 11 Gennaio 2023 L'assessore Francesco Bragagni L'assessore Francesco Bragagni.



Sono 31 le organizzazioni  no profit e i Ci.Vi.Vo che nel 2022 sono stati esentati, dal comune di Rimini, dal pagamento per l'utilizzo di sale polivalenti e spazi di uso collettivo, per lo svolgimento di attività sociali o culturali, senza scopo di lucro.  È quanto sancito da apposita delibera della giunta comunale ai sensi dell'articolo 7 del regolamento per la gestione dei centri civici di quartiere. Le 31 realtà beneficiarie risparmieranno in totale 110.000 euro. 

“Si tratta di una concessione gratuita, che riconfermeremo anche per i prossimi anni, finalizzata a venire incontro a quei cittadini e quelle associazioni che impegnano il loro tempo per la promozione culturale e sociale della città, così da renderla più viva, solidale e inclusiva", spiega l’assessore ai Servizi civici del Comune di Rimini, Francesco Bragagni, che annuncia: "Continueremo a supportare tali attività mettendo a disposizione le sale civiche anche per il 2023. Un atto dovuto a chi opera a favore dell’interesse della comunità”.  


< Articolo precedente Articolo successivo >