Martedý 07 Febbraio03:39:34
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tennis, i vincitori al Queen's Club Cattolica

I beniamini di casa Rachele Franchini e Pietro Galimberti a segno in categoria Under 10

Sport Cattolica | 18:29 - 08 Gennaio 2023 Le premiazioni di Franchini e Campana Le premiazioni di Franchini e Campana.

Dopo due settimane di intense sfide ha decretato i suoi vincitori il “Galimberti Tennis Academy Junior Trophy”, nuovo torneo nazionale giovanile per le categorie Under 10-12-14, maschile e femminile andato in scena sui campi del Queen’s Club di Cattolica nel periodo delle festività natalizie.
Proprio i talenti in erba del Galimberti Tennis Team hanno dettato legge a livello Under 10 piazzando la doppietta vincente. Nella gara femminile  infatti Rachele Franchini ha sconfitto 6-1 7-5 in finale Diamante Campana (Ct Zavaglia), allieva della Ravenna Tennis Academy, imitata in campo maschile da Pietro Galimberti (figlio dell’ex davisman azzurro), che ha fatto centro sui campi di casa regolando 7-5 6-2 Riccardo Arcangeli (Ct Cerri Cattolica).
Tra le Under 12 ha rispettato sino in fondo il ruolo di giocatrice da battere la marchigiana Anastasia Fazi (Tc Circolo Cittadino Jesi), imponendosi per 6-2 6-4 su Marta Bertozzi (Tennis Club Viserba).
Discorso analogo nel tabellone maschile che ha visto Pietro Tombari (Tennis Club Riccione), prima testa di serie, sbarazzarsi per 6-3 6-1 nell’ultimo atto di Michele Tonti (Misano Sporting Club), n.3 del tabellone.
Salendo in categoria Under 14, affermazione nella gara femminile di Aurora Baldassarri (Tennis Club Faenza), principale favorita, che ha piegato con il punteggio di 6-2 1-6 10/5 Maria Vittoria Salvatori, altra portacolori del Galimberti Tennis Team e numero 2 del seeding.
Nel torneo maschile ha completato il suo percorso netto Emanuele Ascani (Gt Rivazzurra), che in finale ha superato 6-1 7-5 il bolognese Giacomo Fabbri (Tennis Siro).

“Possiamo ritenerci soddisfatti per l’andamento di questa prima edizione dopo le competizioni under organizzate subito dopo Ferragosto e a metà settembre – il commento di Giorgio Galimberti tracciando un primo bilancio – Abbiamo raccolto un buon numero di iscritti, con 106 adesioni, e il nostro obiettivo è far crescere anno dopo anno la manifestazione, grazie anche ad una location di prim’ordine come il Queen’s Club, per farla diventare uno degli appuntamenti più prestigiosi nel calendario nazionale in un periodo in cui sono in programma tornei giovanili in diverse regioni della Penisola. Guardando poi ai risultati, due vittorie e una finale per i nostri allievi sono un bottino significativo che ci consentono di aprire il 2023 con il sorriso”.


< Articolo precedente Articolo successivo >