Martedý 07 Febbraio09:57:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio C: Rimini-Entella, Gaburro: 'Ci vuole subito ritmo, i tifosi ci stiano vicino'

'L'avversario è molto forte, ma dobbiamo trovare forza ed energie per riscattarci'. Debutto in attacco di Mattia Rosetti,

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 15:29 - 13 Gennaio 2023 Marco Gaburro Marco Gaburro.


Dopo due sconfitte (San Donato e il derby di Cesena), il Rimini è chiamato al riscatto nel match di sabato (14,30) al Neri contro l'Entella Chiavari, terza in classifica insieme al Gubbio con 39 punti, ma già battuta a domicilio dai biancorossi per 2-0 nel match d’andata, deciso dalle reti di Sereni e Santini.

Nel Rimini assenti Vano e Matteo Rossetti (squalificati), per il resto tutti disponibili e duqnue problemi di abbondanza per il tecnico che farà debuttare in attacco Mattia Rossetti al fianco di bomber Santini con Gabbianelli alle sue spalle. A centrocampo rientra Tonelli con il ballottaggio Pasa-Tanasa (favorito il secondo). Il nuovo acquisto Biondi andrà in panchina. Tra i pali conferma per Galeotti. Vedremo. E a proposito di mercato ora ci si aspetta qualche uscita visto la rosa numerosa soprattutto in attacco tra esterni e punte centrali.


IL TECNICO Mister Gaburro spiega: “Sarà un match difficile, l'Entella è una big del campionato e come è successo nel derby ti può colpire in qualsiasi momento per cui non bisogna sbagliare niente. Ha avuto un percorso meno regolare rispetto a Cesena o Reggiana, ma i punti fatti sono stati tanti. Dal 4-3-1-2 è passata al 3-5-2 e al 3-4-1-2 nel tentativo di fare un salto di qualità nel rendimento. E' una squadra che sull’aggressività nella metà campo avversaria pesa, non come il Cesena, in fase di costruzione palleggia molto di più. Per difendere contro di loro bisogna fare una partita più sostanziosa anche in pressione e non solo in contatto, come contro il Cesena. Per avere la meglio anche i duelli individuali saranno fondamentali”.

Che dovrà fare il Rimini?

“Partire forte, questo è sicuro. Veniamo da un derby bello dal punto di vista della cornice, però in casa dobbiamo ancora di più trovare spirito di appartenenza, avere al nostro fianco ancora di più i tifosi perché la squadra ha bisogno di vedere la gente vicina: siamo passati già due mesi fa da un momento difficile e non vogliamo riviverlo. Dobbiamo andare oltre le difficoltà del momento legato alla sconfitta con il San Donato maturata per colpa soprattutto nostra più che al derby di Cesena che sapevamo essere un match da tripla che abbiamo perso per una situazione imprevedibile tipica di una partita di calcio. I momenti un po' così capitano a tutti, bisogna trovare energia per fare risultato”.


Che dice del nuovo arrivato Biondi?

"Kevin Biondi è una mezzala di passo, esplosivo, può dare ampiezza alla manovra come Andreis l’anno scorso. E' appena arrivato, e sicuramente ci darà una mano”.

ste.fe.


ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >