Luned́ 06 Febbraio05:30:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Elezioni Polisportiva Riccione: il candidato professor Franceschetti si presenta

La lista a-partitica 'Educare e divertire' vuole 'ricucire il tessuto sportivo cittadino e riportare in auge la casa dello sport'

Attualità Riccione | 15:36 - 03 Gennaio 2023 Il Professor Francesco Franceschetti Il Professor Francesco Franceschetti.

Si chiama “Educare e divertire” la lista che si presenta alle elezioni per la presidenza della Polisportiva Comunale di Riccione, in programma il prossimo 10 gennaio e rappresentata dal professore universitario a Bologna Francesco Franceschetti, con legami sportivi a livello organizzativo da sempre. Si tratta di una lista “a-partitica” che ha come unico intento quello di ricucire il tessuto sportivo cittadino e riportare in auge la “casa dello sport” di Riccione senza contrapposizioni in nome dell’inclusione. Presenti all'incontro esponenti delle sezioni nuoto, sub, boxe, pallanuoto master, ginnastica e atletica.

"Non sono capitato qui per caso. Ho sposato nel '75 una riccionese e le mie figlie hanno fatto qui scuola e avviamento allo sport. Intendiamo ricompattare e rimettere insieme i pezzi della Polisportiva". Esordisce così il prof. Francesco Franceschetti: "Il leit motiv è parlare di sport, fare sport e organizzare sport. La politica, nel senso dei partiti, resta fuori. Alle istituzioni viene invece rivolto un appello per consentire alla Polisportiva di uscire dalle secche attuali, con un occhio di riferimento ai dipendenti, senza stipendio da inizio novembre. Mi piacerebbe firmare una perorazione, comune con i nostri avversari, perché questa gente passi un gennaio migliore del Natale che hanno attraversato. Su cose così non ci si può dividere, questa è una urgenza assoluta, e il Comune deve dare una mano". 

"L'annunciato 'arco costituzionale' rappresentato dai competitor - lista Nitti - non viene visto come uno svantaggio, anzi: "se è vero che ci sono destra e sinistra assieme, come fanno ad andare d'accordo?"

Infine, i riferimenti - doverosi - ai 'grandi vecchi' dello sport della Perla Verde. Italo Nicoletti e Massimo Pironi, e un messaggio etico per chiudere, rivolto alla città e ai suoi" recinti": "smettiamola di fare soggettività'. 

< Articolo precedente Articolo successivo >