Domenica 29 Gennaio00:53:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo, il boom di Capodanno traina il turismo fino all'Epifania

Risultati turistici straordinari per la città clementina durante le festività

Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:25 - 02 Gennaio 2023 Capodanno 2023 a Santarcangelo di Romagna Capodanno 2023 a Santarcangelo di Romagna.

Alberghi, ristoranti e osterie al completo, tutto esaurito anche per le proposte della Pro loco e le visite guidate di FoCuS: il Capodanno a Santarcangelo ha segnato uno straordinario trend positivo di presenze turistiche che proseguirà fino all’Epifania grazie anche alle ultime iniziative del calendario natalizio “LòMM”.
 
Oltre a ristoranti e osterie pieni, il fine settimana del Capodanno ha fatto registrare il tutto esaurito anche nelle strutture ricettive della città: un trend che, grazie al ponte dal 6 all’8 gennaio, si prolungherà per un’altra settimana con hotel e B&B già prenotati. Altrettanto frequentata l’area Camper di via della Resistenza, con la maggior parte dei posteggi occupati nel corso delle festività natalizie e del Capodanno.
 
Estremamente positivi anche i dati dell’ufficio turistico: con 18.864 presenze, l’attività della Pro Loco ha chiuso l’anno registrando un aumento del 12 per cento sulle visite guidate rispetto al 2019 (+ 80 per cento sul 2021) con una notevole intensificazione di presenze nelle scorse settimane. In forte aumento rispetto al passato, anche le visite guidate del primo giorno dell’anno a cui ieri (lunedì 1° gennaio) hanno partecipato circa 140 persone. Grazie al traino del Capodanno e al prossimo ponte dell’Epifania, la Pro loco prevede grande affluenza anche per i prossimi giorni, con diversi pullman in arrivo e tour guidati già prenotati. Anche il presepe artistico realizzato nell’ex biblioteca da Fiorenzo Montalti su disegni di Tinin Mantegazza sta riscuotendo un grande successo con 1.300 visite, comprese quelle di alcune classi di elementari e materne di Santarcangelo, registrate nei primi venti giorni di apertura.
 
Circa 70, invece, i partecipanti – non solo santarcangiolesi ma provenienti anche da altri comuni e regioni – al primo dei quattro tour guidati alla scoperta delle installazioni di “Era una notte buia e luminosa” di Fabrizio Corneli che si è tenuto nel pomeriggio di ieri. Incuriositi e affascinati dalle opere e dalle descrizioni delle guide, i visitatori sono partiti dal palazzo Municipale alla volta del centro storico, in un percorso della durata di circa 90 minuti che si è concluso nel giardino del Musas. I prossimi appuntamenti sono in programma per le domeniche dell’8, 15 e 22 gennaio.
 
Proprio al Musas sono ormai alle ultime battute i preparativi della nuova mostra che arricchirà la proposta culturale della città per il weekend dell’Epifania. Sarà infatti inaugurato giovedì 5 gennaio alle ore 17 “Lo spazio del tempo. Calendari romani tra ritmi naturali e culturali”, un racconto sull’origine dei calendari – strumenti creati in epoca romana per misurare il tempo – particolarmente significativo per il patrimonio archeologico santarcangiolese, fortemente caratterizzato dalla vocazione agricola e dalla continuità delle tradizioni legate alle fiere stagionali.
 
Per la sindaca Alice Parma questi risultati positivi mettono in luce un sistema integrato tra cultura, turismo, commercio, ospitalità e ristorazione. “Un grande lavoro di collaborazione tra pubblico e privato – commenta – che nel corso degli anni ha operato sempre più in sinergia per mettere a punto una programmazione organica e attrativa delle proposte culturali e turistiche e una rete dell’ospitalità accogliente che ha reso a tutti gli effetti Santarcangelo una vera e propria destinazione turistica anche per le festività natalizie e del Capodanno”.

< Articolo precedente Articolo successivo >