Marted́ 07 Febbraio02:39:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Problemi al fegato in gravidanza: sintomi e cause

Una donna su quattro soffre di steatosi epatica non alcolica o di altre problematiche riguardanti il fegato

Cronaca Nazionale | 12:14 - 30 Dicembre 2022 Problemi al fegato in gravidanza: sintomi e cause

I dati parlano chiaro: durante la gravidanza, una donna su quattro soffre di steatosi epatica non alcolica o di altre problematiche riguardanti il fegato. Data l’importanza fondamentale di questo organo, la situazione non è trascurabile, poiché un accumulo di grasso comporta gravi rischi sia per la madre sia per il bambino.

Per fortuna, se li individuiamo per tempo e agiamo di conseguenza, non c’è nulla da temere: a questo fine, oggi andremo proprio ad individuare sintomi e cause di problemi al fegato.


Perché durante la gravidanza è più facile soffrire di problemi al fegato?
Il fegato è il filtro di tutto il nostro corpo, il responsabile dell’eliminazione delle sostanze tossiche, ed è per questo che deve svolgere il suo lavoro al meglio, sempre.
Durante la gravidanza è però direttamente interessato dagli sbalzi ormonali e dai cambiamenti della circolazione sanguigna: infatti, nonostante il volume del sangue pompato dal cuore sia superiore, quello che arriva al fegato è in percentuale ridotto.


Questa riduzione comporta inevitabilmente un rallentamento dell’attività, soprattutto se di suo non gode di ottima salute, aumentando le probabilità di problematiche quali la steatosi epatica, l’epatite virale acuta e la colestasi intraepatica.
I sintomi di tutti questi problemi al fegato in gravidanza sono fortunatamente facilmente riconoscibili.


Tipologie di problematiche al fegato in gravidanza
Oggi vedremo in breve le tipologie più comuni e i sintomi di problemi al fegato in gravidanza, così che potrai comprendere se anche tu ne sei affetta. Se così dovesse essere, ti consigliamo di rivolgerti al più presto ad un medico.


I calcoli biliari
I calcoli biliari sono la problematica legata al fegato che compare più di frequente in gravidanza: si tratta di aggregazioni solide che si formano nella cistifellea, l’organo che immagazzina la bile.

Se anche tu dovessi soffrirne, è fondamentale che ti sottoponga a frequenti controlli: in caso di infezioni o di ostruzione delle vie biliari, potrebbe essere necessario un piccolo intervento chirurgico, per fortuna del tutto sicuro sia per te che per il tuo bambino.


La steatosi epatica non alcolica
Causata da un progressivo accumulo si trigliceridi all’interno delle cellule che compongono il fegato, la steatosi epatica non alcolica, o fegato grasso, è la principale causa di danno epatico.

Le donne che ne soffrono dovranno sottoporsi allo screening per il diabete gestazionale e tenere la situazione monitorata, al fine di evitare la comparsa di ipertensione, cirrosi o tumore al fegato.
Particolarmente a rischio sono le donne con la sindrome dell'ovaio policistico.


Epatite
Causata dall’infezione di uno dei sei virus dell’epatite, questa è un’infiammazione del fegato che comporta dolore e gonfiore dell’organo.
Il principale rischio è un parto prematuro, ma è possibile anche trasmettere l’infezione al bambino. La donna dovrà quindi sottoporsi a tutti gli esami del caso, al fine di prevenire il contagio.


Colestasi intraepatica della gravidanza
La colestasi intraepatica della gravidanza si presenta con prurito e colorazione gialla degli occhi e della pelle. Se trattata con la somministrazione di una resina, la colestiramina, ed eventualmente con la vitamina K, la condizione si risolverà dopo il parto senza conseguenze per il fegato.


Steatosi epatica acuta
La steatosi epatica acuta è una malattia piuttosto rara e altrettanto pericolosa, che se non viene trattata correttamente comporta un’elevata probabilità di morte sia per il feto sia per la madre.
Al contrario, se individuata e curata per tempo, potrebbe scomparire con il parto, oppure risolversi con un trapianto epatico.



Quali sono i sintomi di problemi al fegato
A parte quelli specifici già citati, i sintomi di tutti questi problemi al fegato in gravidanza sono piuttosto simili tra loro; tra i più comuni troviamo:
-          Prurito intenso, soprattutto durante la notte su mani e piedi;
-          Ingiallimento di pelle e occhi;
-          Stanchezza eccessiva e mancanza di energie;
-          Dolore addominale acuto e improvviso;
-          Comparsa di intolleranze o allergie;
-          Urine scure;
-          Feci grassi e chiare;
-          Nausea.

Se ti riconosci in alcuni dei sintomi di problemi al fegato in gravidanza ti consigliamo di consultarti al più presto con il tuo medico di fiducia, così da proteggere la salute tua e del tuo bambino.


Prevenzione
Poiché a soffrirne è un numero crescente di donne, il riconoscimento dei sintomi di problemi al fegato in gravidanza, il trattamento e la prevenzione sono fondamentali.

Il ginecologo può aiutarti nell’individuazione e consigliarti come muoverti nella vita di tutti i giorni: se rilevata per tempo, la condizione può infatti essere gestita semplicemente correggendo la dieta e aumentando l’attività fisica.


< Articolo precedente Articolo successivo >