Domenica 29 Gennaio01:46:30
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Parco del Mare, il tratto da piazzale Gondar a via Siracusa pronto per l'estate 2024

Il tratto successivo, fino al confine con Miramare, sarà completato nella prima parte del 2026

Attualità Rimini | 13:42 - 29 Dicembre 2022 Rendering del tratto 6 del Parco del Mare Rendering del tratto 6 del Parco del Mare.


È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale europea il bando di gara per l’assegnazione dei lavori di attuazione dei tratti 6 e 7 del Parco del Mare sud, rispettivamente da piazzale Gondar a via Siracusa e da via Siracusa fino a viale Latina al confine con Miramare. Lavori che quindi cambieranno il volto ai lungomari di Bellariva, Marebello e Rivazzurra.

I progetti sono finanziati per 20 milioni di euro da contributi ministeriali ottenuti dal Comune nell’ambito del “bando rigenerazione urbana 2022-2026”, poi confluito nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Con la messa a gara entro l’anno, l’amministrazione potrà accedere ad ulteriori 5,8 milioni di contributi, andando così a coprire l’investimento complessivo per la trasformazione urbana di oltre due chilometri del frontemare. "Seguendo le linee progettuali elaborate dallo studio internazionale di architettura Miralles Tagliabue, l’opera pubblica dei tratti 6 e 7 sarà in continuità con gli interventi già realizzati negli stralci di lungomare già completati a Marina Centro e a Miramare, sia per quanto riguarda i materiali, sia per le soluzioni architettoniche e funzionali adottate", evidenzia l'amministrazione comunale. A caratterizzare il Parco del Mare sarà dunque la passeggiata in legno a ridosso dell’arenile, separata dalla pista ciclabile, che si snoderà tra le iconiche ‘sardine funzionali’: aree verdi (per una superficie di circa 10.500 mq), spazi dedicati all’attività fisica e al benessere, parchi gioco inclusivi e fontane ornamentali. È previsto inoltre l’inserimento di pergolati ‘verdi’, strutture di ombreggio realizzate attraverso la vegetazione a ridosso dell’arenile.  Tra gli aspetti di particolare rilievo del progetto c’è quello del contrasto all’ingressione marina, attraverso l’innalzamento del livello del lungomare dove necessario.  

Il primo step di lavori, al via nell’autunno del 2023 per completarsi entro l’estate del 2024, interesserà il tratto 6, da Piazzale Gondar a via Siracusa, di fronte all’ex Colonia Murri. Dopo l’estate 2024 è previsto l’avvio dei lavori sulla prima parte del tratto 7, tra via Siracusa ai giardinetti di Rivazzurra. La seconda parte dei lavori sul tratto 7 infine prenderà il via nell’autunno 2025. "Un programma di lavori che da un parte rispetta le scadenze e le tempistiche dettate dal Pnrr, dall’altra si coordinerà con l’avanzamento dei lavori del Piano di Salvaguardia di Balneazione, in capo al gestore Hera", rimarcano da Palazzo Garampi. L’autunno 2023 segnerà infatti l’avvio anche dei lavori propedeutici alla realizzazione delle due vasche di laminazione (Rodella e Colonnella) e della nuova condotta che collegherà la fossa Colonnella 1 all’impianto di piazzale Toscanini. Lavori che entreranno nel vivo nel 2024, per completarsi a livello strutturale per l’autunno 2025. "Un intervento che, oltre alla salvaguardia della balneazione e ad una rafforzata salvaguardia idraulica per la zona a sud del bacino Ausa, consentirà di dotare anche questa porzione di lungomare di due piazze, con altrettanti belvedere sull’esempio di quanto realizzato in piazzale Kennedy. Due affacci sul mare, il primo in piazzale Toscanini, il secondo in corrispondenza dei giardinetti di Rivazzurra, entrambi con due terrazze affacciate sul mare di diversa altezza", sottolinea l'amministrazione comunale.

Il termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione al bando è fissato per il 28 febbraio 2023, per consentire l’assegnazione entro la fine di marzo, in linea con le scadenze fissate dal Pnrr.

< Articolo precedente Articolo successivo >